SICILIA, VILLAGGI SOTTO SEQUESTRO CONCESSA MOBILITÀ IN DEROGA

30/05/2013

30 maggio 2013

Sicilia, Villaggi sotto sequestro concessa mobilità in deroga

I villaggi turistici sotto sequestro per presunto inquinamento ambientale Marsa Siclà, Baia Samuele e Marispica della costa ragusana rimangono per ora chiusi, mentre per i 400 lavoratori stagionali delle tre strutture è stata avviata la cosiddetta " mobilità in deroga " grazie al ricongiungimento delle varie frazioni di disoccupazione. L’intesa è stata raggiunta ieri pomeriggio in sede di Commissione Lavoro dell’ARS che si è anche impegnata a sollecitare il governatore Crocetta affinchè si possa avviare un’interlocuzione con la DIA e la procura di Modica per comprendere lo stato delle indagini e proporre una gestione commissariale, in attesa che si completino le indagini. " La garanzia di un reddito per i lavoratori " – afferma Monica Genovese, segretaria generale FILCAMS CGIL SICILIA – " è il primo passo per la risoluzione di una vertenza che riguarda tutto il sistema turistico di un’area ". Presenti all’incontro la CGIL e la FILCAMS ragusana insieme ad una delegazione di lavoratori. Oggi , intanto, l’inaugurazione dell’Aeroporto di Comiso.