SICILIA, TRE VILLAGGI POSTI SOTTO SEQUESTRO

10/05/2013

10 maggio 2013

Sicilia, tre villaggi posti sotto sequestro


Marsa Siclà, Baia Samuele e Marispica sono i tre villaggi turistici della costa ragusana posti sotto sequestro dal Tribunale di Catania e dalla Procura di Modica per inquinamento ambientale. A rischiare il posto sono adesso 400 lavoratori stagionali che ogni anno da maggio ad ottobre lavoravano presso queste strutture.
Il 10 maggio si è svolto l’incontro tra le organizzazioni sindacali, lavoratori e Assessorato Territorio Ambiente, con la presenza dei sindaci di Pozzallo e Ispica per affrontare la vertenza. La Cgil Ragusa e la Filcams Cgil Sicilia , insieme agli altri sindacati presenti, nel rispetto delle decisioni assunte dal Tribunale di Catania e dalla Procura di Modica, hanno evidenziato il problema occupazionale per i circa 400 lavoratori stagionali, oltre l’indotto, e hanno richiesto un intervento dell’ARPA insieme alla convocazione di un tavolo interassessoriale che coinvolga anche l’Assessore al Turismo. Intanto, giorno 15 maggio alle 11.00 le parti sono convocate dalla Commissione Lavoro dell’Assemblea Regionale Siciliana per discutere di eventuali strumenti straordinari che possano fronteggiare la grave crisi occupazionale che si sta abbattendo sulla provincia ragusana.