Si fondono Coop Toscana-Lazio e Coop Tevere

09/12/2003


  economia e lavoro


07.12.2003
SI FONDONO COOP TOSCANA-LAZIO E COOP TEVERE

MILANO Un progetto di fusione già sancito dai rispettivi consigli
di amministrazione, tra Coop Toscana Lazio e Coop Tevere,
darà vita entro il 2004 ad un colosso nel settore della
grande distribuzione che opererà in quattro regioni: Toscana,
Lazio, Umbria e Campania.
La Coop Toscana-Lazio, che ha 66 supemercati e 6 iper
incorporerà la Coop Tevere che ha 25 supemercati: ne risulterà un totale di 600mila soci e più di 4800 dipendenti. Dell’alleanza hanno parlato ieri a Viterbo, nel corso di una conferenza stampa, i presidenti di Coop Toscana Lazio e Coop Tevere Aldo Sordi e Massimo Pelosi. Tra le ragioni che spiegano il processo in corso, hanno detto, ci sono la necessità di soddisfare al meglio le esigenze di soci e consumatori, il rafforzamento del marchio Coop , la valorizzazione di una tipologia di consumo che passa attraverso le piccole e medie superfici di vendita
(supemercato di vicinato, mercato di prossimità).
Nella nuova Coop Toscana Lazio che nascerà dalla fusione,
Coop Tevere assieme alle strutture di vendita affini di
Coop Toscana Lazio, darà vita ad un canale specializzato,
destinato a gestire questa particolare tipologia, con sede a
Terni ove è attualmente ubicata Coop Tevere. È ovvio, hanno
spiegato i due presidenti, che alla base del progetto di fusione
ci sia una identica strategia di sviluppo che guarda in primo
luogo al mercato romano e al Lazio.
Dal punto di vista degli organici, secondo i responsabili
delle cooperative, la fusione non produrrà nessun contraccolpo, semmai un semplice riassetto che comporterà una ridefinizione di alcuni ruoli e mansioni. Per questo già dai prossimi giorni si svolgerà ad Acquapendente ( Viterbo), un workshop aziendale per lanciare il processo di integrazione.