SI È CONCLUSA LA GIORNATA DI APERTURA DELLA CONFERENZA MONDIALE DEI LAVORATORI DEL COMMERCIO

30/09/2009

30 settembre 2009

Si è conclusa la giornata di apertura della Conferenza Mondiale dei Lavoratori del commercio

I lavori della prima giornata hanno affrontato i temi della crisi economica mondiale, delle ripercussioni sulle condizioni dei lavoratori del commercio e delle risposte che darà il Sindacato Mondiale.

La crisi economica ha portato ad un aumento delle attività di discount creando una maggiore competizione per tutti i venditori al dettaglio che condurrà ad un peggioramento delle condizioni dei lavoratori.

Il congresso mondiale di Uni Commerce si è posto l’obbiettivo di elaborare nuove strategie per rinforzare la necessaria solidarietà sociale e assicurare che le multinazionali si comportino in modo socialmente e ambientalmente responsabile verso i lavoratori e che gli standard internazionali di base vengano rispettati, soprattutto attraverso un efficace dialogo sociale.

La Uni Commerce concentrerà la propria attenzione sullo sviluppo di accordi globali con aziende multinazionali richiedendo un monitoraggio forte ed efficiente da parte dei sindacati locali attuabile solamente attraverso una sindacalizzazione e un forte reclutamento sindacale. Ad oggi Uni ha 32 accordi con specifiche multinazionali di vari settori, di cui 4 nel settore commerciale: Carrefour, Metro, Takashimaya e Hennes e Mauritz. Uni si è posta l’obiettivo di avere 50 accordi in essere per il congresso mondiale di Nagasaki nel 2010, che cercheranno di promuovere la non discriminazione sul posto di lavoro e di assicurare che nessuna forma di lavoro forzato o minorile sia utilizzato a nessun livello di filiera.