SGM Distribuzione – Marco Polo Expert – Bozza Ipotesi Piattaforma per CIA

Appunti per la piattaforma per il primo CIA

SGM DISTRIBUZIONE – MARCO POLO EXPERT

PREMESSA

La presenza SGM Distribuzione S.r.L – Marco Polo Expert , con una serie di punti vendita diffusi sul territorio nazionale, la sua espansione degli ultimi anni, attraverso acquisizioni e nuove aperture, ha prodotto l’attivazione di relazioni sindacali, inizialmente a livello territoriale, successivamente a livello nazionale, fino a giungere agli Accordi siglati in data 14 novembre 2007.

E’ ora necessario sviluppare ed incrementare le Relazioni Sindacali attraverso l’individuazione di regole condivise. Occorre, inoltre, riconoscendo il contributo positivo che le lavoratrici ed i lavoratori danno alla crescita dell’Azienda, migliorarne le complessive condizioni lavorative e retributive.

In questo spirito le OO.SS. presentano le seguenti richieste per la stipulazione del primo contratto integrativo aziendale.

1- RELAZIONI SINDACALI

Definizione di un sistema di Relazioni Sindacali su più livelli.

A livello nazionale

-Ogni quattro mesi e/o ogni volta che si renderà necessario, l’azienda fornirà alle OO.SS Nazionali, alla presenza delle strutture territoriali e le rsu/rsa, dati e informazioni sulle materie previste dal vigente CCNL;

-sull’andamento dell’occupazione, in termini quantitativi e qualitativi (part time, apprendistato, tempi determinati ecc.), e sull’ inquadramento del personale;

-Annualmente verranno, altresì, forniti i dati previsti dalla L.125/91.

Si chiede, inoltre, che, in occasione di nuove aperture, ne venga data comunicazione alle OO.SS nazionali e/o territoriali, che potranno chiedere un incontro preventivo.

A livello territoriale e/o di unità produttiva

Confronto con RSA/RSU e/o OO.SS territoriali su

-organici e loro composizione, tipologie dei rapporti di lavoro (part time, apprendistato,stagisti, tempi determinati,lavoro interinale, ecc.), turni e orario di lavoro;

- determinazione dei turni feriali ai sensi dell’art. 142 del CCNL Terziario;

- tutela della salute e dell’integrità fisica dei dipendenti, ambiente e sicurezza nei luoghi di lavoro (applicazione L. 626);

- verifica degli orari concordati. Andamento del lavoro straordinario e supplementare

-verifica dell’inquadramento professionale e delle mansioni dei dipendenti, sulla base dei dati forniti dall’Azienda;

- trasferimenti e mobilità;

DIRITTI SINDACALI

Si chiede di rendere funzionale il ruolo delle RSU/RSA sia nel singolo punto vendita sia a livello di coordinamento generale. A tale scopo, si chiede che le ore per incontri sindacali con la direzione non siano conteggiate nel monte ore previsto dal CCNL, e di incrementare le ore di permesso sindacale previste dal CCNL.

E’ inoltre necessario, per rendere efficace il presente CIA e l’informazione di tutti i lavoratori, in modo capillare, regolamentare le agibilità sindacali in tutti i punti vendita, e la retribuzione delle assemblee, anche se svolte fuori dall’orario di lavoro.

4- MERCATO DEL LAVORO

Sulla base della tendenza di SGM – Marco Polo expert a fidelizzare i dipendenti, e ad investire sulla formazione del personale, si richiede di innalzare la percentuale di conferma degli apprendisti, prevista dal CCNL. E’ inoltre necessario regolamentare l’utilizzo dei Tirocini Formativi.

5- FORMAZIONE

Stabilire percorsi di formazione interna utili all’inserimento lavorativo dei nuovi assunti. Prevedere piani di aggiornamento periodico per tutti i lavoratori in forza, anche con il ricorso al fondo di formazione interprofessionale previsto dal CCNL. (vedi accordo siglato per Forte a gennaio 2008).

    INQUADRAMENTO DEL PERSONALE

Sulla base della formazione svolta, di una attenta verifica delle professionalità presenti, non previste dal CCNL, e delle mansioni svolte, si chiede di individuare e concordare nuovi modelli di inquadramento del personale, da attuarsi a livello di punto vendita e/o territoriale in accordo con le RSA/RSU e/o OO.SS territoriali.

    ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO

Si richiede di concordare regole generali sull’organizzazione del lavoro (programmazione orario di lavoro, turni, nastro orario,minimi giornalieri ecc.), da attuarsi a livello di punto vendita e/o territoriale in accordo con le RSA/RSU e/o le OO.SS territoriali. Si chiede di regolamentare l’utilizzo delle pause, delle ferie e dei permessi retribuiti, introducendo anche una modulistica specifica per effettuare la richiesta di ferie e ROL e chiarendone le possibilità di utilizzo.
(E’ necessario chiarire quanto previsto dal regolamento interno in relazione a: eventuali ritardi, malattia, aperture festive, straordinario, ferie e permessi)

    LAVORO DOMENICALE E FESTIVO

Si chiede di aumentare la maggiorazione del lavoro domenicale e festivo, prevista dal vigente CCNL.

    MISSIONI E TRASFERTE

Il rimborso delle spese sostenute dai lavoratori, in caso che siano inviati in missione o trasferta in altra sede rispetto a quella abituale di lavoro, deve essere adeguato al reale costo della vita. Va, inoltre regolamentato l’utilizzo dell’auto personale.

10- TICKET RESTAURANT

Tenuto conto che i punti vendita sono generalmente inseriti in grandi centri commerciali, si richiede l’introduzione dei Ticket restaurant, da erogarsi con modalità da concordare.

    SALARIO AZIENDALE

A partire dal fatto che la SGM Distribuzione – Marco Polo Expert eroga già salario aggiuntivo con criteri da essa stessa stabiliti, è necessario individuare criteri condivisi, che consentano una equa redistribuzione fra i lavoratori, riconoscendo la loro partecipazione alla stabilità ed alla crescita dell’Azienda, sulla base di quanto previsto dal vigente CCNL.