Sfruttati 144 mila bambini

06/11/2003

ItaliaOggi (Economia e Politica)
Numero
263, pag. 5 del 6/11/2003


Allarme ispesl.

Sfruttati 144 mila bambini

Allarme lavoro minorile: sono infatti 144 mila, pari al 3% del numero dei minori italiani, i bambini di età compresa tra i 7 e i 15 anni che svolgono nel Belpaese attività lavorativa, fuori legge e senza nessuna copertura assicurativa. E solo nell’ultimo anno gli infortuni sul lavoro denunciati dai minori sono stati 17 mila. È una fotografia preoccupata di un fenomeno che riguarda l’Italia, il quinto o sesto paese industrializzato del mondo occidentale (e non Taiwan, la Cina o la Birmania), quella fornita dal presidente dell’Ispesl, Antonio Moccaldi, secondo il quale ´i dati che abbiamo non sono per niente rassicuranti, e le indagini sono state poche. La percentuale più significativa di lavoratori in età precoce si registra, contrariamente a quanto si può pensare, non al Sud ma nelle regioni del Nordest’, ha sostenuto Moccaldi, ´precisando inoltre che nell’ultimo anno sono stati 17 mila gli infortuni sul lavoro denunciati da minori impiegati in particolare nel settore dell’agricoltura, in quello alberghiero e nella ristorazione. Parlare di lavoro minorile in Italia’, ha detto Moccaldi, ´non è facile, perché l’Italia non è un paese del terzo mondo. Finora le indagini sono state poche, e i nostri dati, di certo, non ci rassicurano’.