Servizi Turistici non paga gli ex-dipendenti Parmatour

09/03/2007
    venerdì 9 marzo 2007

    Pagina 16 – Economia & Lavoro

    Servizi Turistici non paga
    gli ex-dipendenti di Parmatour

    Le organizzazioni di categoria di Cgil, Cisl e Uil, Filcams Fisascat e Uiltucs, sono tornate a sollecitare la Servizi Turistici srl, società della Aurum Hotels, al pagamento dei salari arretrati di mesi, dovuti ai propri dipendenti, come anticipazione della cassa integrazione straordinaria sottoscritta al momento dell’acquisizione di parte delle attività economiche della ex Parmatour.

    Le federazioni sindacali hanno inoltrato la lettera anche al ministero del Lavoro, poiché è stato in sede di vendita della ex Parmatour che Aurum Hotels si assunse l’impegno, con la presentazione di un piano industriale, alla riqualificazione di parti della società non immediatamente profittevoli come, invece, i villaggi vacanze.

    I lavoratori in cassa integrazione straordinaria sono attualmente 75, e per essi, dopo un anno di cigs, aperta al momento della vendita della ex Parmatour, avvenuta a dicembre 2005, vi è un’altra proroga di 12 mesi. Il punto è che, semplicemente, la Servizi Turistici srl, ovvero la Aurum Hotels, non paga.

    Poche settimane orsono, dopo solleciti e pressioni da parte sindacale, sono stati erogati i compensi dovuti per il secondo semestre del 2006. Tuttavia, questo tardivo pagamento è avvenuto solo per i dipendenti delle sedi del centro-nord.

    ra, gli arretrati ammontano nuovamente a due e tra poco a tre mesi. Con un’importante differenza: ai lavoratori del Sud non sono mai stati liquidati nemmeno gli arretrati del 2006.