SERVIZI NELLE CASERME: PULIZIE, MANOVALANZA, MENSE: PERSI CENTINAIA DI POSTI DI LAVORO, MARTEDI’ 14 NOVEMBRE MANIFESTAZIONE A ROMA

07/11/2006

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

7 novembre 2006

SERVIZI NELLE CASERME: PULIZIE, MANOVALANZA, MENSE: PERSI CENTINAIA DI POSTI DI LAVORO, MARTEDI’ 14 NOVEMBRE MANIFESTAZIONE A ROMA

Martedì 14 novembre, a Roma, i lavoratori delle imprese che prestano servizi di pulizia, manovalanza e ristorazione nelle caserme dell’aeronautica, dell’esercito e della marina, manifestano in via XX Settembre di fronte al ministero della Difesa.

L’appuntamento per le delegazioni regionali e i lavoratori è per le ore 10.

La pressione che le federazioni del terziario e dei trasporti di Cgil Cisl Uil (Filcams e Filt, Fisascat e Fit, Uiltucs e Uiltrasporti) mantengono da più di un anno a questa parte sul ministero della Difesa e sulle commissioni parlamentari competenti ha prodotto via via una serie di aggiustamenti alle misure «catastrofiche», dicono i sindacati, che i tagli al bilancio della Difesa hanno provocato sui servizi in appalto resi nelle caserme.

Così, a marzo, uno stanziamento ad hoc aveva messo una pezza a riduzioni di appalto con conseguente riduzione di mano d’opera – licenziamenti e ulteriori riduzioni di orario settimanale di lavoro in appalti dove tutte le prestazioni sono a part-time.

Tuttavia, denunciano i sindacati, «persistono continue anomalie, aggravate dalle iniziative di riduzione del personale che alcune aziende della ristorazione, impegnate negli appalti nelle caserme, intendono prendere.

«Inoltre – spiegano i sindacati –, ad ogni scadenza di appalto si ripete sempre più frequentemente l’ "internalizzazione" del servizio, vale a dire il passaggio dal servizio affidato a una ditta esterna al servizio soddisfatto con forze interne alla caserma.

«Ciò comporta – dicono i sindacati – servizi inefficienti sommati a pesanti cadute di occupazione e di reddito per i lavoratori».

Le federazioni del terziario e dei trasporti di Cgil Cisl Uil premono per avere incontri chiarificatori con le commissioni della Camera e del Senato e, in una nota alle strutture, sollecitano una maggiore pressione nei territori interessati e nelle caserme.

Per decidere su quali iniziative lanciare la mobilitazione nazionale convocano una riunione nazionale, sempre per martedì 14 novembre, presso l’Hotel Universo di via Principe Amedeo.