Servizi Italia 15, esito incontro 29/03/2017

Roma, 29/03/2017

TESTO UNITARIO

Si è svolto oggi il secondo previsto incontro tra Servizi Italia 15 srl, le OOSS nazionali e le RSU/RSA, riguardante l’apertura della procedura di licenziamento collettivo avviata il 9 marzo u.s. per un totale di 19 unità sulle sedi di Mestre, Roma e Napoli.
Le OOSS hanno reiterato le richieste avanzate all’Azienda già dal primo incontro, per le quali non è giunta altra documentazione che la tabella organico ricevuta poche ore prima della riunione odierna. E’ stata sottolineata la necessità di ricezione di informazioni maggiormente dettagliate, al fine di poter proseguire in modo costruttivo la discussione su una procedura reale e concreta che mette a rischio 19 dipendenti, con tutte le conseguenze per l’occupazione e le conseguenze di carattere sociale ad essa connesse.
Al fine di una valutazione del contesto in cui verte l’Azienda, indubbiamente legata ad un settore in crisi, quello editoriale, e delle possibilità di soluzioni alternative al licenziamento, le OOSS hanno fatto presente la necessità di esame dei seguenti documenti: Bilancio consuntivo 2016; Contratti di servizio stipulati dalla società; elenco dell’organico completo (inclusa la sede di Roma) con la specifica delle Aree, Mansioni e Inquadramenti di riferimento, riguardanti tutti i dipendenti e non solo gli esuberi interessati.
L’Azienda ha ribadito l’impossibilità a diffondere alcuni di questi dati, sottoposti a vincoli societari e contenenti elementi sensibili, si è comunque impegnata a fornire la maggior parte delle informazioni, nel rispetto di quei vincoli e della pubblicazione ufficiale di alcuni di essi (ad esempio i dati di bilancio), che avverrà presumibilmente dopo metà aprile p.v.
I rappresentanti Sindacali hanno inoltre tentato di approfondire le situazioni relative alle singole sedi.
- Napoli: totale 8 esuberi. 3 lavoratori sono già in sospensione a zero ore con attivazione della CiGD Regione Campania, la scadenza della cassa è al 31/03/17. Agli interessati è stato comunicato che dal 1° aprile andranno ad esaurimento giorni di ferie residue e successivamente posti in aspettativa retribuita dall’azienda stessa, fino a risoluzione e chiusura della procedura di licenziamento; 1 lavoratore risulta in legge 104; per gli altri 4 esuberi, impiegati nell’Help Desk il cui servizio verrà esternalizzato, si sta pensando ad una soluzione che permetta il passaggio degli stessi alla società subentrante.
- Mestre e Roma: totale rispettivamente di 10 e 1 esubero. Per le due sedi l’Azienda, a cui era stato chiesto di riflettere e proporre soluzioni altre, si è limitata a comunicare l’unica strada percorribile, quella relativa ai 2 job posting con trasferimento su Roma (1 per acquisti, 1 per controllo gestione).
Le OOSS hanno nuovamente confermato la loro disponibilità a proseguire il confronto, previa ricezione dei dati richiesti, e sottolineando l’unica strada percorribile rispetto alla gestione della procedura nazionale: licenziamento con esclusivo criterio della non opposizione, incentivo all’esodo ed eventuale percorso di outplacement; non è stata esclusa la possibilità di ricorrere all’ammortizzatore sociale (FIS).
L’incontro è stato aggiornato al 18 aprile 2017 alle ore 11.00 presso la sede di Servizi Italia 15 in Via del Tritone Roma.