Serrata dei benzinai “Contro la legge Bersani”

14/05/2007
    sabato 12 maggio 2007

    Pagina 27 – Economia

      “Contro la legge Bersani”
      Il 6, 7 e 8 giugno
      serrata dei benzinai

        LUIGI GRASSIA
        TORINO

          I benzinai faranno sciopero per tre giorni, fra il 6 e l’8 di giugno. L’iniziativa è dei sindacati Faib-Aisa, Fegica e Figisc-Anisa ed è contro il decreto di liberalizzazione Bersani che comporterà anche un taglio nel numero dei distributori in Italia (troppo alto, secondo gli standard internazionali) e la contemporanea apertura di stazioni di rifornimento presso i supermercati. Secondo le sigle sindacali lo sciopero è «l’unica risposta possibile all’atteggiamento irresponsabile di un governo che si prepara a cancellare un’intera categoria» e che «questa classe dirigente pasticciona prova a nascondere i consueti giochi di potere, questa volta finalizzati a favorire gli amici e portare in dote alla grande distribuzione organizzata una consistente fetta di mercato».

          Il presidente dell’organizzazione di consumatori Codacons, Carlo Rienzi, ribatte che lo sciopero di tre giorni dei benzinai «è assurdo» e ha preannunciato «un boicottaggio nazionale dei distributori da mettere su tutto il territorio dopo i tre giorni di sciopero».

          Ieri il ministero dello Sviluppo economico faceva sapere che il governo è pronto a trattare sull’impatto sociale del provvedimento ma «non ci sarà nessuna marcia indietro» sulle cose essenziali, come il numero dei benzinai e le distanze minime.

          Nei trasporti sono in arrivo molti scioperi: toccherà ai ferrovieri giovedì 17 maggio, al personale navigante di Alitalia il 21, ai dipendenti dell’Enav a Milano, Roma e Brindisi il 22 (era previsto il 14) e ancora ai lavoratori dell’Enav il 4 e il 25 di giugno e il 7 di luglio.