Serenissima Ristorazione, esito incontro 13/02/2020

Roma 24 Febbraio 2020

Testo Unitario

Nella giornata di giovedì 13 febbraio si è tenuto il previsto incontro con la direzione della società Serenissima Ristorazione, richiesto successivamente a quello del novembre scorso nel quale alla società sono state contestate all’impresa alcune interpretazioni contrattuali. All’incontro oltre alle OO.SS. Nazionali di categoria erano presenti numerosi territori oltre alle R.S.A.

Alla società sono state nuovamente contestate le “fantasiose” interpretazioni contrattuali (ovvero il mancato rispetto di istituti contrattuali) che negli ultimi periodi l’azienda ha deciso di adottare, quali il mancato rispetto delle maggiorazioni domenicali, il continuo frazionamento dell’orario giornaliero, la mancata corresponsione degli elementi provinciali, l’applicazione unilaterale delle flessibilità d’orario, la sospensione dell’attività lavorativa durante le festività natalizie e quelle pasquali ed altre, e in ultimo il pagamento della festività dell’ 8 dicembre 2019 cadente di domenica effettuato attraverso i Rol.

Queste sono solo alcune delle violazioni contrattuali che la direzione di Serenissima continua a perpetrare nonostante le ripetute segnalazioni da parte delle OO.SS., effettuate sia dalle strutture territoriali che da quelle nazionali. I rappresentanti della società, incuranti di quanto segnalato a più riprese dalle OO.SS. durante l’incontro, hanno proposto di iniziare una discussione sui punti da noi contestati, per giungere ad una possibile intesa che tenesse conto delle loro posizioni.

Come OO.SS. abbiamo immediatamente respinto questa inaccettabile richiesta, confermando che le violazioni contrattuali vanno sanate nelle opportune sedi e non posso far parte di un accordo di secondo livello, e che comunque siamo sempre disponibili ad intraprendere una contrattazione a livello aziendale migliorativa del CCNL.

A quel punto l’azienda ha abbandonato la riunione asserendo che quanto messo in atto da Serenissima Ristorazione rientra perfettamente nel dettato contrattuale.

Alla luce di tutto ciò, abbiamo unitariamente concordato di dichiarare lo stato d’agitazione a livello nazionale nel confronti della Società, con comunicazione che verrà fatta dalle OO.SS. Nazionali con specifica nota; tale atto comporta nell’immediato il blocco dei supplementari. Nel frattempo chiediamo ai territori in cui la Serenissima Ristorazione è presente di riepilogarci tutte le violazioni contrattuali messe in atto, al fine di poter notiziare i committenti delle difformità di applicazione del Contatto Collettivo di Lavoro, contratto che Serenissima Ristorazione si è obbligata con l’ente appaltatore ad applicare nella sua interezza.

Nell’attesa di ricevere dai territori interessati quanto richiesto, per poi articolare le conseguenti iniziative sindacali, vi salutiamo cordialmente.

p.la Filcams Cgil Nazionale

Giovanni Dalò