Sentenza Corte Costituzionale n. 104 del 26 marzo 2003

      Roma, 3 aprile 2003

      Oggetto: Sentenza Corte Costituzionale 26/3/2003

                            Alle FILCAMS Regionali
                            e Comprensoriali

                            Agli Uffici Vertenze

                            L O R O S E D I


      Vi alleghiamo alla presente la Sentenza emessa dalla Corte Costituzionale del 26 marzo scorso, con la quale la Suprema Corte dichiara l’illegittimità costituzionale dell’articolo 45 Del D.Lgs. 151/01 testo unico in materia di tutela e sostegno della maternità e paternità 26/3/2003.

      La parte dichiarata incostituzionale è quella che prevede il diritto ai i riposi giornalieri solo entro il primo anno di vita del bambino. I caso di figlio adottivo, detti riposi spettano nel primo anno di affidamento del bambino.

      Così si esprime la Consulta: Limitare il diritto di godimento ai riposi giornalieri solo al primo anno di vita del bambino, in caso di adozioni, è in contrasto con il principio di uguaglianza. Poiché “i riposi sono diretti anche ad appagare i bisogni affettivi e relazionali del bambino, per realizzare il pieno sviluppo della sua personalità “ In caso di adozioni “è rilevante il momento dell’ingresso del minore nella famiglia.

      Vi allego inoltre sentenza del Tribunale di Pescara su un articolo 28 da noi promosso unitamente alla CGIL, nei confronti di una azienda commerciale che non intendeva trattenere le ritenute sindacali.
      La motivazione addotta dall’azienda: Il CCNL applicato non era quello sottoscritto dalla Filcams bensì il CCNL per dipendenti da aziende commerciali sottoscritto dalla UCICT. Il Tribunale di Pescara ha condannato l’azienda a effettuare la trattenuta sindacale ai lavoratori che hanno sottoscritto la delega e a provvedere poi al versamento delle quote sindacali a ns. favore.

      Cordiali saluti.

      p/la FILCAMS-CGIL
      ( Migia Ioli )
      all : 1

      SENTENZA cc104-2003-.docTribunale di Pescara.pdf