Senato: Scontro sulle coop

27/09/2001
 
   


27 Settembre 2001


SENATO

Scontro sulle coop

E’giallo su un presunto accordo tra maggioranza e opposizione a proposito di un ordine del giorno comune riguardante l’articolo della riforma del diritto societario sulle coop. Il Presidente dei senatori ds, Gavino Angius, smentisce infatti l’intensa annunciata dal senatore della Margherita, Romualdo Coviello. Secondo il testo presentato da Coviello l’odg cosentiva anche alle coop che si avvalgono di dipendenti di mantenere le prerogative (il fatto che gli utili indivisibili non sino calcolati ai fini fiscali) costituzionali che il Polo vuole cancellare. "Non c’è nessun accordo e non c’è stata nessuna trattativa – ha detto Angius – Autonomamente, d’intesa con la Lega delle cooperative, le forze dell’Ulivo avevano presentato un odg interpretativo di questa norma e come supponevamo, né il governo né la maggioranza, lo ha accolto. Consideriamo grave non solo il fatto che non è stato preso in considerazione questo odg ma sopratutto che ci sia l’ostruzionismo di maggioranza teso a non modificare alcun contenuto di una legge sbagliata che recherà un danno all’economia del nostro paese. Una legge che ha due finalità: fare un regalo al presidente del consiglio sul falso in bilancio e recare un colpo all’economia sociale di cui la cooperazione è un asse portante". Se il testo dovesse essere approvato – conclude Angius – "la via di una consultazione referendaria è nostro convincimento, anche se ci auguriamo e auspichiamo che la legge possa non avere la sua conversione definitiva contenendo gravi elementi di anticostituzionalità, in particolare sul falso in bilancio".