Sconti per la casa, aiuti ai giovani, via il ticket

16/11/2007
    venerdì 16 novembre 2007

      Pagina 14 – Politica

      La Finanziaria

        Sconti per la casa, aiuti ai giovani, via il ticket

          Molte le novità introdotte dal Senato alla legge Finanziaria che ora passa all’esame della Camera. La manovra complessiva resta di circa 11 miliardi di euro. Due le direttrici su cui si fonda: aiuti alle famiglie per la casa e semplificazione per le imprese. Dagli sconti Ici alle detrazioni per gli inquilini, dal taglio delle aliquote Ires e Irap al "forfettone" per le partite Iva. Ecco le misure più importanti, con le modifiche introdotte dal Senato.

          ICI E AFFITTI
          Al Senato scompare il tetto di 40mila euro di reddito per l’ulteriore sconto fino a 200 euro (si arriva a 300 con i 100 attuali) sulll’imposta comunale degli immobili. Vengono escluse però le ville e gli immobili di pregio. Il Senato conferma la detrazione di 300 euro annui per gli inquilini con un reddito fino a 30mila euro annui.

          SCONTI PER I GIOVANI
          Lo sconto sugli affitti sarà più alto per i giovani tra i 20 e i 30 anni che lasciano la casa dei genitori. La detrazione arriva a 991 euro per i redditi fino a 15493 euro annui.

          PRECARI PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
          Chi ha lavorato saltuariamente per la pubblica amministrazione per almeno tre anni negli ultimi 5 potrà essere stabilizzato. Si dovrà comunque superare una prova selettiva. Stessa cosa per i collaboratori, che potranno accedere al concorso con un punteggio per l’attività svolta. Stime ancora imprecise parlano di circa 40mila nuove assunzioni in organico. Altra novità del senato è il limite al 35% di nuovi collaboratori per le amministrazioni pubbliche.

          MAXISTIPENDI
          Per gli stipendi dei dirigenti pubblici e manager delle aziende pubbliche non quotate si prevede un tetto massimo di circa 274mila euro annui, equivalenti allo stipendio del primo presidente della corte di cassazione. La norma prevede parecchie esclusioni, inserite di volta in volta con diverse riformulazioni. Non è valida per i contratti in essere di diritto privato, né per le Authority indipendenti e la Banca d’Italia. Previste inoltre 25 deroghe che saranno decretate dal consiglio dei ministri.

          NUOVI SCONTI FISCALI
          Il Senato inserisce maggiori detrazioni sugli interessi sui mutui casa. Confermate le detrazioni fiscali per gli asili nido, aumentate le detrazioni per i figli.

          TICKET SANITARI
          Anche dai tagli ai costi della politica si reperiscono le risorse per eliminare il ticket di 10 euro sulla diagnostica. Tra i risparmi individuati, tagli agli emolumenti di assessori comunali e provinciali, alle trasferte e ad altre spese. Si eliminano 80 comunità montane, si cancellano gli enti idrici e dei rifiuti.

          PROTOCOLLO WELFARE
          La Finanziaria stanzia le risorse per finanziare il protocollo welfare, inserito in un documento collegato. La dotazione è di circa un miliardo e mezzo per il 2008 e lo stesso per il 2009. Il fondo sale a oltre tre miliardi nel biennio successivo e tronano a circa due miliardi dopo il 2012.

          FISCO E IMPRESE
          L’Ires cala al 27,5% ma si allarga la base imponibile. Se i ricavi sono inferiori a 30mila euro si potrà accedere al sistema semplificato dell’aliquota flat al 20%.

          BONUS SUD
          Agli imprenditori che assumeranno a tempo indeterminato sarà concesso un credito d’imposta di 333 euro al mese a lavoratore. La detrazione sale a 416 in caso di lavoratrici.

          LAVORATORI DIPENDENTI
          A loro sarà destinato l’eventuale tesoretto del 2008 sotto forma di nuove detrazioni fiscali.

          MENO TASSE A IMPRESE ANTIRACKET
          Congelate le addizionali Irap per negozianti e artigiani che abbiano denunciato richieste estorsive.

          NIENTE CANONE RAI
          Il provvedimento riguarda i cittadini oltre i 75 anni, con redditi bassi.