Sciopero Terziario e Distribuzione Cooperativa

TUTTO LO SCIOPERO:

MINUTO PER MINUTO.

Da Lunedì 21 giugno a ritroso fino a Venerdì 18

le notizie così come sono arrivate.

Per il quadro completo Regione per Regione passa alla pagina: "Ecco come è andato lo sciopero …"

LUNEDI’ 21 GIUGNO

Quache ulteriore notizia dai territori

VALLE D’AOSTA

Standa e Coin buona adesione fra i lavoratori fissi
per la prima volta un terzo dei dipendenti Gros Cidac ha incrociato le braccia

PIEMONTE

TORINO

Gruppo La Rinascente

Città Mercato Rivoli 4,5%

G.M. Centro Commerciale Le GRU 100%
G.M. Centro Commerciale Via Lagrange 93%

Upim Via Telesio 100%
Upim Via Roma 30%
Upim Via Sabotino 80%

Sma Via Telesio 70%
Sma di Pinerolo 20%
Sma Via Cesana

Gruppo Standa Commerciale

Standa Via De Gasperi 14%
Standa Nichelino 2,6%
Standa Piazza carducci 6,6%

Iperstanda Settimo 81%
Iperstanda Moncalieri 79%

Gruppo Standa Coin

Coin Via Roma 84%
Coin Via Nizza 57%
Coin Piazza Risorgimento 18%
Coin Paizza Carducci 72%

Gruppo Pam

Pam Via San Paolo 75%
Pam C.so Traiano 26%
Pam C.so Orbassano 40%

Ikea 5%

Gruppo Metro

Metro Torino
Metro Mancalieri

Gruppo G.S. acquisizioni da Gruppo G ( Garosci )

Iper Continente di Nichelino 33%
Iper Continente di Trofarello 39%
Iper Continente C.so Montecucco 11%
Iper Continente C.so Grosseto

CUNEO

Iperstanda di Alba 84%

Upim di Cuneo 90%


VERCELLI

Media adesione sciopero su piazza 40 %

Iper Continente Vercelli 40%


Sondrio

da Romeri; nei SPMKT della provincia l’adesione ha superato il 50%,
più bassa nella G.D. Standa 10-15%, Iperal 15-20%, SGD 35-40%

LOMBARDIA

DATI SCIOPERO PROVINCIA DI CREMONA

18 giugno, non abbiamo aziende commerciali o depositi di un certo rilievo presenti nel territorio.

19 giugno

- Mercatone Uno, 70 dip., adesione 15%.
- C.G.C. La Girandola, 50 dip. , adesione 30%.
- Iper Coop Lomb., 270 dip., adesione 90%, sono riusciti ad aprire fino alle 12,15 grazie ad una presenza minima di cassiere, poca clientela grazie al nostro presidio.
- Standa Spa , 30 dip., adesione 10%.
- Standa-Coin, 25 dip., adesione 15%.
- Iper Brunelli, 370 dip., nonostante il presidio che ha creato problemi di viabilità, buona affluenza di clientela e scarsa partecipazione allo sciopero 15%.
- Socrefarma, 50 dip., chiuso.
- Coop Lomb. Porta Po, 80 dip., chiuso.
- Coop Lomb. Ca’ del Vescovo, 30 dip., apertura fino alle ore 12.30, adesione 50%.
- Coop. Lomb. Ghinaglia, 30 dip., adesione 10%.
- Coop Lomb. Soresina, 35 dip., chiuso.
- Coop Lomb. Pizzighettone, 25 dip., adesione 40%.
- GS, 30 dip., adesione 10%.
- GS, 25 dip., adesione 60%.
- Upim, 20 dip., adesione 10%.
- Esselunga, 50 dip., 0 adesioni.
- Coop Unione, 80 dip. su più negozi, adesione 10%.
- Colmark, 2 negozi per un tot. di 50 dip., adesione 10%.

TRENTINO

da Forti, il 18 giugno hanno scioperato al 100% i magazzini CAVIT, SAIT, LARGER e FONTANA
il 19 Coin 50%, Upim 80% SAIT distribuzione 50%, Poli 50%, ORVEA 50%

FRIULI VENEZIA GIULIA

Da Trieste (Adriana Merola)

nel territorio lo sciopero ha avuto un’adesione del 65%, nella grande dsitribuzione:
Standa, Upim, Coin, Oviesse hanno lavorato solo gli assunto con contratto week end;
buona l’adesione nelle aziende locali: Coop Operaia, Smolare, Bosco

Gorizia

Adesione nel territorio 50 %
Coop 98%

Pordenone

Coop 100%
Standa e Coin 50%

Udine

Coop chiuse 9 su 12
Standa, Coin e Upim aperto un piccolo presidio per un grande disservizio

EMILIA ROMAGNA

da Cristiano Marieschi Piacenza

Coop Nord est 3 negozi sciopero 1 no
SMA 1 negozio si 1 no
GS, Brico, Coin, Trony, LIDL, Colmark Logistica sciopero
lo sciopero non è riusc ito in: coop eridana, coop avanti, esselunga, pam, Muno, colmark supermercato

da Moreno Bottoni Ferrara

lo sciopero è riuscito secondo la ns.
aspettative con i seguenti risultati:

SCIOPERO IN CITTÀ

IPERCOOP: chiuso (440 addetti) adesione 100%
fatto presidio
GALLERIA: chiusi 10 negozi su 80 adesione 40%
fatto presidio
IPERCONAD: aperto dalle 9,30
(con 20 persone di cui 10/15 capireparto)
chiuso alle 12,30
addetti: 200 adesione 95%
fatto presidio
GALLERIA: aperto fatto presidio

IPERCOLMARK: aperto adesione 0%
fatto presidio
SMK IL DORO: chiuso (40 addetti) adesione 100%

INTERSPAR: aperto con 6 persone di cui 4 appartenenti
ad altri negozi (scioperato 38 su 40 ) adesione 98%
fatto presidio
BILLA: aperto con personale di altri negozi (50 addetti) adesione
75%
fatto presidio
EUROSPAR: chiuso (7 addetti) adesione 100%
fatto presidio
COIN: aperto (20 addetti) adesione 20%

CONAD RETE: 4 PUNTI VENDITA – 60 addetti adesione 60%

CROCE AZZURRA: (addetti 14) adesione 100%

CODIFARMA: (addetti 23) adesione 100%

PETROLIFERA: (addetti 23) adesione 100%

EDILEMPORIO: (addetti 5) adesione 100%

SCIOPERO IN PROVINCIA

COOP. ESTENSE : 9 PUNTI VENTITA (addetti 300) adesione al
95%
fatto 3 presidi
BILLA
COMPRABENE
DESPAR
EUROSPAR 300 ADDETTI adesione 40%
CONAD fatto 2 presidi
DISCOUNT
VARI

COMMERCIO TRADIZIONALE E CENTRO STORICO: dato non
rilevabile attività
aperta

Da Giancarlo Marchi FILCAMS Ravenna

Chiusura totale Coop. Adriatica
Adesione totale Upim, Mercatone Uno, Feltrinelli
Adesione totale di tutte le aziende Concessionarie Auto
Adesione totale impiegati Coop. Adriatica sia per chi finiva il turno il venerdì sia per il sabato
Centro Commerciale Iper Esp (chiusura totale Ipercoop, La Galleria commerciale ha aderito al 40%)
Alla Reggiana Alimentari (Maxi Sidis) hanno racimolato personale da altri punti vendita per tenere aperto un Ecu sempre di proprieta della Reggiana Alimentari
All’Upim hanno tenuto aperto la struttura con l’aiuto di personale venuto dall’esterno (Capetti e una addetta).
Adesione ampia nel centro storico, non quantificabile il numero degli addetti.

Forlì

VENERDI’
adesioni
CONAD ROMAGNA MARCHE 90%
COROFAR MEDICINALI 80%
ISER ZAULI 80%
ALFA ALIMENTARI – VIP 5%
CEDAF 80%
COLLEGATE CONAD CCS-COFIRO 60%
ELECTRA 0%
CASELLI 90%
SOCED-CNA 60%
CONFESERCENTI 0%
ROMAGNA BEVANDE 0%
MARCO POLO 0%
M.G.M. 0%
OVIESSE 46%
LIMONI 66%

SABATO
RETE CONAD STADIUM 80%
RETE CONAD RAVALDINO 30%
VARI 0%
RETE A&O FO 1-2-3-4 80%
RETE COOP. ADRIATICA 100%
RETE SMA SMAFIN 1 80%
RETE SMA SMAFIN 2 0%
RETE SMA SMAFIN 3 0%

andamento sciopero a bologna

Oltre ai dati riportati venerdì, integriamo come segue:
Euromercato: adesione fra il 60/70 %, negozio aperto fino alle 18:30(anzichè 21.00)
Metro: aperto, adesione 85%
Ipermercato Pianeta: chiuso
Pam: aperto uno solo dei 3 pam di bologna, adesione molto alta
Coin: una chiusa (p.zza martiri), per l’altra vi dirò domani
Standa e Upim: vi dirò domani
Ikea: aperta senza assistenza ai clienti, una buona adesione
Sidis: uno chiuso
Brico: buona adesione, aperto pare con lavoratori provenienti da fuori città
Mediaworld (nella galleria di euromercato): non ha scioperato nessuno

Cesena


imola sciopero 19 giugno

CHIUSI
IPERCOOP IMOLA
SIDIS
PAM
ECU
HOBBY
FAMILA 80%

Parma

COOP.CONS. NORDEST (IPER E NEGOZI 100%
METRO 70%
PANORAMA 80%
ESSELUNGA 60%
CONAD 30%
COLMARK 60%
UPIM 80%
COIN 50%
STANDA 80%
BRICO RINASCENTE 100%
BERNARDI 100%
UNES SALSOMAGGIORE 100%
UNES PARMA E TRAVERSETOLO 50%
COFARPA 50%
CDF 60%

REGGIO EMILIA

Dalla Gazzetta di Reggio Emilia

PRIMA PAGINA
lunedì 21 giugno 1999, S. Luigi Gonzaga

Reggio. Dopo lo sciopero dei supermercati, Cgil-Cisl-Uil cercano il dialogo ma minacciano altre proteste
«La Coop deve darci di più»
Sindacati all’attacco: è una controparte come gli altri

REGGIO. Dopo lo sciopero di sabato che ha costretto alla chiusura diversi supermercati (in particolare della catena Coop Nordest, Ipercoop del centro commerciale «L’Ariosto» in testa), i sindacati non hanno alcuna intenzione di interrompere la lotta: «O riprendono le trattative – annunciano – oppure a breve attueremo altre forme di protesta». Le distanze maggiori si registrano in materia di flessibilità e di orario di lavoro, in particolare per quanto riguarda il part-time. Intanto Enrico Folloni, segretario provinciale della Filcans-Cgil, accusa: «Per noi la Coop, ormai, è una controparte come tutte le altre».
——————————————————————————–
Dopo lo sciopero di sabato che ha tenuto abbassate le saracinesche di supermercati e negozi alimentari, i sindacati non mostrano cedimenti: «Riprendiamo la trattativa o la protesta continuerà».
Filcans-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs, i sindacati confederali di categoria dei lavoratori del commercio, danno un giudizio molto positivo sulla riuscita dello sciopero, indetto a sostegno della difficile trattativa per il rinnovo del contratto nazionale.

Uno sciopero che ha riguardato durante la settimana i dipendenti dei magazzini e sabato quelli addetti alla distribuzione. Mentre la protesta dei magazzinieri è stata pressochè totale, non sono mancate le defezioni nel settore più visibile, quello della vendita al dettaglio, perchè molti negozi sono rimasti aperti rispettando il normale turno di lavoro.
«Ma lo sciopero è comunque riuscito e siamo soddisfatti – sottolinea Teresa Debbi della Filcans-Cgil – bisogna infatti tenere conto delle caratteristiche generali del nostro settore: composto da realtà produttive di dimensioni estremamente diverse, diffuse su tutto il territorio e variegate al loro interno, dove troviamo il microcosmo con il dipendente che lavora al fianco del socio, insieme alla grande società con migliaia di dipendenti. Senza contare il peso che hanno i lavoratori part time impiegati soprattutto a livello stagionale».
Come dire, un conto è fare incrociare le braccia ai metalmeccanici di una singola fabbrica, di un reparto o di un settore produttivo comunque più omogeneo e un conto è convincere a farlo chi lavora nel piccolo negozio di provincia. «Poi bisogna considerare un altro aspetto – prosegue Debbi – la convocazione dello sciopero è stata decisa solo giovedì notte, quando abbiamo deciso di abbandonare il tavolo romano della trattativa. Il successo della protesta viene quindi rafforzato da questo elemento temporale».

Nel confronto-scontro per il contratto, i sindacati confederali di categoria hanno come controparte Confcommercio, Confesercenti e il corposo blocco della cooperazione. E proprio con la Coop consumatori nord est, che nel reggiano ha una delle sue storiche roccaforti, il braccio di ferro sembra più combattuto. E parafrasando il celebre slogan, il sindacato potrebbe arrivare a coniarne uno nuovo: «La Coop deve darci di più». E forse per arrivarci servirà un altro sciopero.

sempre da Reggio Emilia

ADESIONI ALLO SCIOPERO DEL 18 GIUGNO 1999:

AZIENDA PERC. DIP.

CACCIAVILLANI 100% 19

CARBONI 100% 101

FRANZINI 60% 182

GARMEC 90% 27

ORION PETROLI 25% 32

SABART 100% 52

BERTOLI ARRED. N.P. 18

CERMAG 37.5% 8

LEBEZ/NIJI 10% 37 (25+12)

SCHIATTI AUTO 90% 22

SCAT 36% 50

TRANSLOGO 69% 16

MEMAR 14% 29

ABAX 83% 33

CICC 100% 120

CONAD (MAG) 100% 130

CAAM 80%

SCIOPERO DEL 19 GIUGNO

MERCATONE UNO 100% 50

STANDA 87,5% 24 (AL LAVORO IL DIRETTORE, LA VICE, UNA CASSIERA – REPARTO ALIM. CHIUSO)

REALCO 80% 125

DESPAR 100% 50

IPERCOOP L’ARIOSTO 90% 350 (AL LAVORO 13 CASSIERE A TERMINE + CAPIREPARTO)

SMK COOP 100% TUTTI CHIUSI

IPERSIDIS LAVATA DI TESTA INDIVIDUALE- APERTO CON 4 CASSIERE, MA NON SAPPIAMO IL DATO PRECISO

TOYS A SORPRESA – LUOGO NON SINDACALIZZATO – ADESIONE DI 6 LAVORATRICI

CENTRO STORICO DATO NON QUANTIFICABILE

LIGURIA

da Giancarlo Bellini – Savona

TOSCANA

da Siena Daniela Cappelli

Le due Coop (Centro Italia e Unicoop) 27 negozi sciopero 100%

Conad 60%

Upim il 90 % dei fissi

MercatoneUno 90%

hanno scioperato anche le Case del Popolo

Arezzo da Severi

Coop quasi totale ( aperto un negozio su 7 usando 7 assunti a termine); Superal, Conad, Conse 100% compresi i 200 della Despar; è purtroppo fallito lo sciopero all’Ipercoop aperto da pochi mesi

Pisa da Meini

TNT 100%

PAM chiusi 6 negozi su 7

Conad 3 Strtture aperta una con lavoratori esterni

Standa Commerciale chiusura parziale

Metro 60&

GS 70%

Fiat Scotti, Triglia Sciopero 100%

UMBRIA

Favetta da Terni

Coop Orvieto scioperato in 27 su 35 e a terni in 26 su 37

Standa 95%, Upim 90%, Il Continente (Promodes) 100%

Più fiacco lo sciopero nell’azienda locale Superconti, adesioni al 20%

LAZIO

Roma

PANORAMA 80%

PAM 60%

META’ 50%

IN’S 50%

TERZIARIO AVANZATO 50%

SMA 90%

UPIM 80%

RINASCENTE 80%

COIN 70%

OVIESSE 90%

G.S. 90%

EX FILIALI STANDA 80%

Frosinone

Coop 100% sciopero
Il Continente scarsa adesione
Standa in ristrutturazione

CAMPANIA

Napoli

CALABRIA

Cosenza

Iperstanda 40%

Carrefour 10%

Catanzaro Lamezia

Adivar 90%

SICILIA

Catania

da Luisa Albanella

nella grande distribuzione l’adesione è stata alta fra i tempi indeterminati, difficoltà a scioperare per i CFL.

Punto Convenienza (Franchini) 16 punti vendita 60% di adesione allo sciopero; Upim 100%; La Rinascente Città Mercato INDIS su 250 addetti 170 in sciopero; Auchane 30% (la totalità dei non a CFL); L.R. Grandi Magazzini 50%; Maia 100 % degli operai; SMA 50%; City iper 60%.

Palermo

SARDEGNA

Sassari

SABATO 19 GIUGNO

QUANDO I PADRONI PERDONO!!!!

A MILANO, alla CARREFOUR gli sgherri ruffiani della proprieta’, vista la riuscita dello sciopero, hanno ben pensato di recuperare lo smacco pestando il delegato della filcams (al pronto soccorso sono stati diagnosticati 20 gg di prognosi)

scrivo in giallo, il colore dei crumiri picchiatori,

il nostro delegato della Carrefour di San Giuliano Milanese, dove lo sciopero è riuscito 95%, si chiama VITO CAFFARO fax 02 5453423

DENUNCERA’ L’AZIENADA PER LESIONI

un dito rotto, varie contusioni, distorsione a una vertebra cervicale, per la quale occorrerà il collarino per 20 gg.

A pestarlo pare siano stati i capi e gli addetti alla sicurezza.

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

via Leopoldo Serra, 31 tel (06) 5885102
00153 Roma fax 5885323

Ufficio Stampa

19 giugno 1999

SCIOPERO COMMERCIO: I DATI

“Lo sciopero nel commercio è andato benissimo. Dai dati raccolti – dicono alla Filcams – nella grande distribuzione l’astensione dal lavoro è superiore al 70%, percentuale altissima in strutture imprenditoriali come quelle commerciali dove abbondano i lavoratori con contratti a termine. D’altra parte i risultati di uno sciopero in questo settore non si valutano dai negozi chiusi, che pure sono tanti, ma dal servizio che a personale ridotto viene a mancare. Il blocco dei magazzini di ieri ha messo in difficoltà l’approvigionamento dei market della grande distribuzione e oggi l’afflusso nei negozi è stato molto al di sotto del solito. Le conseguenze di tutto ciò si sentiranno per alcuni giorni e se anche non si vedranno con gli occhi, ci penseranno i bilanci a valutarle. Perché questo sciopero ha fatto male ai padroni con pochi disagi per i consumatori. La protesta era contro di loro, mica contro i clienti”.
Questi alcuni dati (nel sito: www.filcams.cgil.it/docs.nsf la situazione nazionale aggiornata):
Le Gru di Grugliasco, Torino: 90%; in Lombardia: i 4 IperCoop chiusi, Rinascente 95%; a Venezia chiuse tutte le grandi catene e la sede centrale Coin; in Emilia Romagna chiuse le varie catene Coop; a Firenze I Gigli e Panorama astensione al 90%; a Roma Gs chiuse e Euromercato al 70%.
Alla Carrefour di San Giuliano Milanese un’inqualificabile aggressione ha turbato una giornata di lotta pacifica e a tratti persino gogliardica. Il delegato sindacale Vito Caffaro è stato malmenato nel corso del presidio da alcuni energumeni, a detta dei testimoni uomini dell’azienda. Al pronto soccorso i medici hanno rilevato la distorsione di una vertebra cervicale per cui dovrà portare il collarino per 20 giorni, un dito rotto e contusioni diffuse su tutto il corpo. La prognosi è di 15 giorni.

Piemonte

Torino

Euromercato Grugliasco 70%

IMEGA chiusi i 2 negozi

Continente chiuso

mediamente ove organizzati il 60%

Upim Sabatino 75%, PAM 75%, COIN 20%, FACID 100%, Iper panorama 80%, Città mercato Iper Auchan 75%, Iperstanda Rivoli 85%, Centrocommerciale Le gru rinascente90%, Euromercato 70%, GS Atripoli 65% e San Donato 90%,Supersconto GS 100%, Gs rivalta 60%, Gs Stradella ex Mega 90%, Gs le Serre 100%,Family 100%,

IKEA fallito lo sciopero.

Alessandria – su 3 ipermercati ha aderito il 20%

Lombardia

da Milano

Nella distribuzione organizzata privata l’adesione media è del 70%

4 su 4 Iper Coop in regione sono chiusi

a Milano il 50% dei negozi Coop hanno chiuso

IKEA

Corsico 90%

Carugate 70%

Brescia Chiusa

La Rinascente

chiuso il deposito e 70% nelle Città mercato e alla Rinascente Duomo il 95% con 250 persone al presidio goliardico

negli Euromercato lavorano solo i capi e i contratti a termine, Carugate 90%

Iper fiordaliso 1000 dip. 60%

Auchan cinisello 70% nerviano 75%

vimodrone 70%

Metro cesano 50%nato 90%, Cinisello 80%

A Brescia l’azienda ha fatto opera di crumiraggio trasferendo lavoratori da Napoli e Bari

alla Carefour l’adesione allo sciopero aveva fatto decidere di chiudere il negozio. Dalla Francia è arrivato l’ordine perentorio di tenere aperto comunque. Chiaro?

Brico center 95 %

Nel negozio Diesel, 12 lavoratori sono venuti in Filcams per richiedere il volantino, la piattaforma e le deleghe di iscrizione sindacale

SMA 85%

Grancasa 55%

coop di Legnano chuse

Veneto

da Belluno – M. GUARNIER Magazzino 120 dip.
Sciopero riuscito 35% impiegati
95% Magazzino

Venezia

Auchan per la prima volta il 30% hanno fatto sciopero

Carefour Chiusa

Panorama chiuso

Cà d’oro chiuso

Standa chiusa

Panorama 1 chiusa e l’altra parzialmente aperta

CoopItalia tutti chiusi i negozi

Verona

Panorama, 3 negozi tra il 70 e 90%

Coin e Standa, aperta solo con i capi e i tempi determinati

Città mercato 80%

Vicenza

PAM 50%

Silos 90%

Standa e Coin 40%

Città mercato 70%

Rovigo- Corteo di 1,5 km di macchine nel centro della Città, prima volta che ha scioperato l’Aspiag di Adria, Coop chiuse, Oviesse 50%,

Padova – Aspiag chiuse 2 su 4, Città mercato 65%, Bricò lavorano solo gli avventizi, Negri e M. 70% con picchetto, PAM tutticompresi i contratti di formazione lavoro, Coin Standa 75%,

Treviso – 60% al centro commerciale iper, Panorama, Standa e Cà d’oro tutte chiuse, Billa non riuscito, Coop chiuse.

Belluno – 40% globale

Portogruaro – Ipercontinente 80%

Ipercoop s.donà Chiuso

Colmar di Lunigo intervento dei carabiniero per opera di crumiraggio atrraverso il lavoro nero,

Liguria

Genova, Enorme presidio, tanti giovani, Superbasco 50% nonostante le intimidazioni, IKEA 60%, Coop 100%, Metro 90%, Standa 90%, Upim e rinascente 50%, Coin fallito.La Rinascente 90%

Bolzano

coin wandar 90%
upim rinascente 100%
metro 90%
supermercati poli 100%
standa 95%
amonn colori 90%

L’iniziativa alternativa "mangiareccia"é riuscita in pieno.
Altissimo interesse dei media locali.
Operazione riuscita!

Christine Walzl

piccolo aneddoto:
alla Miele dove hanno aderito tutti gli operai, ovviamente i delegati sindacali, ma nessun impiegato é avvenuto un fatto gravissimo!
siccome l’azienda festeggia il centenario ha fatto sapere in via informale che il premio previsto per tutti i dipendenti ( varia da L. 2.000.000 -L. 2.500.000)
non sará dato a chi aderisce allo sciopero!
Motivo in piú per esprimere la nostra gratitudine a tutti quelli che hanno aderito comunque!

Emilia Romagna

Coop Tutto chiuso tranne a Reggio Emilia con 13 cassiere " obbligate"

Ipercoop di Ferrara corteo interno ha fatto chiudere i negozi della galleria

Conad 50%

Panorama 90%

Esselunga 50%

Metro 50%

Euromercato di Bologna 50%

Parma – Ipercoop chiuso, 7 supermercati coop chiusi, Esselunga 60%, Panorama 80%, METRO 55%, Standa 100%, Upim 100%, Cofarpa 50%, Bernardi 100%, Unes70%, Coin 50%, Colmarc90%, Mercati Brianzoli 100%,

Modena – Iper Pianeta chiuso, Ipercoop grande emilia chiuso, Ipercoop Portali Chiuso, Ipercoop Mirandola 55%, Iperpanorama 75%, Esselunga fallito, METRO 50%,Tutti i supermercati coop chiusi, Discount Cialdini 50%.

Toscana

Prato, Pistoia e Siena oltre 80% di adesione; a Prato la Unicoop è chiusa, i negozi SMS chiusi, Pam ex Superal tutti chiusi tranne uno; aperto esselunga e Conad.

Lucca – tutta la coop chiusa, Conad 80%- Libel discount 100%- Esselunga 30%- Superal 90%

Firenze

I Gigli e panorama 90%

Unicoop e SMC tutti chiusi

Ipercoop chiuso

Esselunga 80% chiuse 4 filiali per aprirne 2

PAM oltre 80%

Superal 90%

Metro 80%

A Prato lo sciopero sta andando bene:

La Unicoop è chiusa
I negozi S.M.S. (piccoli negozi Coop) sono tutti chiusi
Tutti i negozi della Pam (ex Superal) sono chiusi eccetto uno

Purtroppo Esselunga e Conad sono aperti

Leandro Innocenti – Filcams Cgil Prato

Marche

Ancona- Ipermarche 95%, Leville 50%, City iper Falconara , Senigallia e Jesi 95%,Standa coin 80%, Gioielleria Bluepoint 100%, King Sport 100%, tutta la cooperazione chiusa,Standa commerciale chiusa, Stckhause 100%, METRO mercatone zeta 5%

Interspar 5%

Macerata – CitY iper 70%, UPIM 98%,CoopTolentino e Civitanova chiuse,Sofarma chiusa, Grossmarket chiuso,

Standa civitanova 50%

il 20% dei piccoli negozi del centro storico sono chiusi

Pesaro – Ipercoop chiuso,Standa coin 95%, Standa commerciale 95%, Coop Fano chiuso, Iper Fano 90%, Conad 90%, Mercatone uno chiuso,diversi piccoli negozi hanno chiuso.

Ascoli Piceno - Mag. Gabrielli fallito lo sciopero

Umbria

da Chia Mi Icin – Perugia

negozi Coop Centro Italia chiusi:

Perugia: Ponte San Giovanni
Via Cortonese
Fontivegge
San Sisto
Elce
Castiglione del Lago

_________________________________

Citta’ di Castello 60%
Umbertide 25%
Foligno 25%
Gubbio 25%
Spoleto 40%
__________________________________

Gruppo Rinascente
Upim Perugia – chiuso
Mercatone di Perugia, Mercatone 1, Mercatone abbigliamento 20%
____________________________________

Standa Gruppo Coin – chiuse
Tois 35%

Lazio

da Francesco Cascetti – Roma

PRENATAL 90%
CONTINENTE 75%
MERCATONE 50%
DEPOSITO SMA FIUMICINO 90%
COOP 100% (CHIUSE IN TUTTO IL LAZIO)
LEBOLE 70%

siamo in attesa di altri dati

Roma – metro 40%,GS chiusa,SMA 90%, Upim 80%,Euromercato 70%, Auchan bassa partecipazione,Prenatal 90%, Continente 75%, Mercatone 50%, tutte le Coop chiuse,


Abruzzo

Pescara-250 proletari del terziario hanno presidiato la sede della Confcommercio, Sulmona assemblea in camera del lavoro,Iper despar e 15 punti vendita 50%, Standa di Sulmona e Avezzano chiuse, Standa Pescara Fallito lo sciopero, Auchan 20%, IperBrunelli 20%,Adivar 100%, alcuni piccoli negozi hanno aderito allo sciopero, CHIETI – CPL logistioca 2 magazzini 80%, COOP, 2 punti vendita 60%, Coop 6 punti vendita Fallito.

Teramo - Catena Gabrielli 30%

Campania

Salerno – DICOOP ( discount) 5 negozi 98%, GS 70% in due negozi, Standa e Upim aperte

Napopi - Upim e rinascente 80%, tutte le Coop sono chiuse ( 40 discount e 3 supermercati ), Iper 30%.

Puglia

Bari – Metro fallito, Euromercato 30%

Basilicata

Potenza

Upim 90% in sciopero

è andato male a Iper Futura 90 dipendenti e a Maia .

Sardegna

Cagliari – Città mercato 55%, Iperstanda 60%, Conad logistica 40%, Carefour 7%, Upim 100%

Sassari: 65%

VENERDI’ 18 MATTINA

PIEMONTE

da Anna Cuntrò e Marco Bertolotti

Torino

Coop Leinì 80%

CSI 600 dip. 60%

TNT Volvera 920 dip. 40%

USAS 40 dip. 100 %

Unifarma 100 dip. 80 %

Centralcar 50% 30%

Autocentauro 50 % 20 %

Deposito coop Galliate 80%

da Alessandria

Deposito Carlo fallito sciopero

Unifarma 50 dip. fallito sciopero

FAP 50 dip. fallito sciopero

Da Biella

TNT 120 dip. 20 %

LIGURIA

Carmela Minniti da Genova

CED e Magazzini con circa 300 dip. hanno aderito al 99%

Domani si prevede una grande adesione allo sciopero e al concentramento presso la confcommercio di Genova, per il contratto e contro le inaudite intimidazioni e provocazioni messe in campo dalla controparte per far fallire lo sciopero.

VENETO

da Sergio Franceschini – Veneto -

Dopo molti anni:
sciopero al 100% nella sede centrale di Coin.
Anche Metro è chiusa
Il clima è OK e la protesta sta salendo ovunque.
Metro di Verona 200 dip. 80%
AGIAP di Padova 250 dip. 100%
Deposito Coop adriatica di Dolo MIrano 100 %
sempre a Dolo ai magazzini PAM e INS rispettivamente 90 e 80 %
All’Auchan di Mestre, l’azienda ha assunto lavoratori interinali per sostituire le lavoratrici in sciopero. Il sindacato ha condannato l’abuso dello strumento di lavoro interinale e minacciato azioni di ricorso per attività antisindacale.

LOMBARDIA

Domani (19 per chi legge) all’IperFiordaliso 1000 dipendenti , senza integrativo si effettuerà un presidio sindacale.
Di fronte alla Rinascente Duomo si organizza un Pizza party con banda Jazz.
da PIZZAMIGLIO Milano
è in corso il presidio alle sedi centrali di: Rinascente, GS, Standa, Postal Market
deposito GS 200 dip.ti chiuso
deposito standa e coin chiusi
il 55% dei negozi coop hanno avvisato la clientela che domani l’esercizio sarà chiuso!!!!!!!!!
rinascente 60%
Lombardini inf. con forte presenza di quadri ha aderito al 60%
Postal Market (attivi 270) 70% sciopero
Mercedes 70 dip. 70%
AGFA 300 dip. 60% sciopero
AMCO 112 dip. 80% sciopero
Citroen Milano 120 dip. 50% sciopero
Peugeot 90 dipendenti 60% sciop.
GDT 100 dip. 80% sciop.
Messaggerie distr. libro 200 dip. operai 100% impiegati 50%
ATLAS COPCO 250 dip. 85% sciopero
SPEMG 2000 (farmaco)40 dip. 90% sciopero
SODIP (stampa) 230 dip. 80% sciop.
AGMARCO /stampa 170 dip. 95% sciop.
ELF 50 DIP. 100% SCIOP.
EXPORTEX 90 DIP. 95% SCIOP.
GENICOM 70 DIP. 70% SCIOP.
SEPIN 50 DIP. 70 %

da Bruno Rastelli CGT
Presidio alla sede centrale pienamente riuscito

ULTIMISSIME NOTIZIE DALLA LOMBARDIA

LEGNANO
Marco 200 dip. 100%
CSS dip. 50 100%
Jungheinrich 150dip. 30%

Varese
Unione farmaco 80%
centro lomb alim 100%

Como
artsana impiegati 450 dip. 15%
arsana operai 400 dip. 75%

Mantova
Comalco 60 70%

Brianza
Alfalaval 120 dip. 70%
TAD 50dip 70%
Prendal 100 dip. 40%
T.A.jons mey 90 dip. 25%
Orestel 60 dip. 100%
F. metalli 45 dip 100 %

Bergamo
Wolksvagen 50%
FORD 50%
Mazzolini 100%
Robespini ( presidente ASCOM) 100 %
Centro rondò deposito Upim 90%
deposito Chiesa 50%

LODI
Auchan impiegati/ricevimento merci 40%
Renault 120 dip. 75%

Milano
Carretti 40 dip. 20%
Cil lubrificanti 40 dip. 60%
Expo CTS 45dip. 10%
Flli Borrella 50dip. 75%
Levis 50 dip. 20%
Lubra 40dip. 70%
NCH 100 dip. 70%
Omron 80dip. 50%
Silverstar 80 dip. 50%
Parfum e beautè 50%
Lombardia inf. 60%
mondial 40%
gillerbe 30%
KodaK 50%
Brevetti signode 30%
Marbeni 45%
Com italia 70%
Policrome 60%
Città
A&G Marco 170 dip. 95%
AGFA 260 dip. 50%
AMC 140 dip 80%
AMCO 90 dip. 70%
Amplifon 200 dip. 60%
AMWAY 150 dip. 50%
Angst Pfister 130dip 60%
Atlas Copco 250 dip. 90%
Bepy Koelliker 150dip. 30%
Bertolotti 120 dip. 60%
Bottigelli 60 dip. 80%
Callegari 50dip. 60%
Canon 120 dip. 60%
Cassa Mutua 29 dip. 93%
CED camera 198 dip 93%
Centro M: 40%
CGM 36 dip. 40%
CGT 100%
Citroen MI 170 dip. 60%
Citroen Pre. 120dip. 805
Comifar 220 dip. 60%
Comprabene dep. 70dip. 85%
Coop edificatrice 30 dip. 90%
Coop lomb. sede 170 dip. 70%
DEB 350dip. 80%
Descombes 33 dip. 30%
ELF lubrif. 50dip. 100%
Ente fiera 300 dip. 15 %
Exportex 120 dip. 95%
BG Beverage 40 dip. 85%
GDT 100 dip. 80%
GS deposito 100%
Gallopomi 60 dip. 80%
Genicom 70dip. 70%
HP 1000 dip. 35%
Hilti italia 50dip. 65%
IST vitamine 128 dip. 92%
KodaK 200dip. 5%
Lavazza 60dip. 80%
Mercedes 90dip. 80%
MM magazzino 100%
MM sede 50%
NCS 400 dip. 65%
NEDA 81 dip. 85%
Nordson 70%
NRG italia 200Dip. 70%
Parfums et B. 46 dip. 50%
Parrini 70 dip. 60%
Peugeot 180dip. 70%
Postalmarket 270 dip. 70%
Renault 70 dip. 70%
RHIAG 250dip. 30%
Rinascente sede 450 dip. 50%
San Carlo 100 dip. 15 %
SEPIN 50 dip. 70%
Sodibelco 150Dip. 80%
Sodip 230 dip. 80%
Sony 250 dip. 20%
Spem g 2000 dip. 40 – 90%
Standa sede 60%
Standa Coin sede 70%
Unes magazzino 180 dip. 80%

ALTO ADIGE

da Maurizio Surian – Bolzano
CGT CHIUSA
MIELE OPERAI 100% SCIOPERO
METRO 65% SCIOPERO
e per domani è data per certa la chiusura di Upim e Standa Commerciale; tutte le lavoratrici e i lavoratori del commercio si godranno finalmente un sabato di festa,; con festa, e scampagnata organizzate da filcams fisascat e uiltucs

EMILIA ROMAGNA
da Bologna Valter Sgargi

chiusi CICC della Coop
Coop Adriatica sta comunicando ai clienti che gli Iper domani saranno chiusi
DA MASSIMO MELOTTI – BOLOGNA
CGT: 100%
VOLVO: MAGAZZINO 100%, UFFICI: PIETOSO VELO
CODIFARMA: 85% (COMPLESSIVA FRA OGGI E DOMANI)
PASTORE-LOMBARDI:100%
CICC:100% (E DOMANI SARA’ ALTRETTANTO)
COOP ADRIATICA, SEDE AMMINISTRATIVA. 90%
COOP ITALIA: 100%
DOMANI MATTINA FAREMO UN PRESIDIO A EUROMERCATO.

Marzio – FILCAMS MODENA
E’ venerdì, ore 12.30, siamo tornati ora da un presidio molto colorato
,(pace, amore, musica e palloncini) con una presenza di circa un centinaio
di persone.
Lo sciopero sta andando molto bene.
Oggi hanno chiuso, del tutto o quasi, anche imprese scarsamente
sindacalizzate, andando oltre ogni nostra speranza. Le 90 assemblee fatte
hanno evidentemente prodotto risultati, così come la diffusione di
volantini in grande quantità (8.000).
Un volantino poi è stato dedicato alla clientela e cittadinanza, buona la
copertura radio-video locali, con interviste ai lavoratori.
Ottimi i segnali dal Ferro metalli, petroliferi, magazzini ecc..
Hanno scioperato ad esempio NORDICONAD (230 dip), TETRAPAK (120 dip -
tranne uffici), ERMA (ai 60 dip. commercio si sono aggiunti per solidarietà
anche i dip. metalmeccanici), PETROLIFERA ESTENSE, CODIFARMA ecc. ecc.

Per domani abbiamo ugualmente buoni segnali:
IPER PIANETA (260 dip) sciopero totale, CON CHIUSURA dell’intero Centro
Commerciale;
IPER PORTALI (300 dip) sciopero totale, eccellenti segnali dalla Galleria
(50 negozi) Presidio dalle 06.00
IPER GRANDEMILIA(400 dip, altrettanti in galleria) buone le probabilità di
chiusura Iper (sicura 70-80%), interessanti segnali dalla galleria
(Giacomelli chiude) Proteste dai lavoratori della ristorazione per non
poter aderire allo sciopero…peraltro non hanno fatto quello del Turismo).
Presidio dalle 05.30;
IPER PANORAMA (150 dip)-Sassuolo qualche difficoltà, ma buone adesioni.
Presidio dalle 07.00;
IPER DELLA MIRANDOLA (230 dip) – ha appena aperto, difficoltà. Presidio
dalle 06.30;
METRO (80 dip)- impresa non sindacalizzata che però dovrebbe chiudere visto
l’andamento dell’assemblea. 10/15 lavoratori al presidio a partire dalle
06.30
ESSELUNGA -(70 dip) è un super che ha aperto da un mese. Improbabile
l’adesione dei numerosissimi tempi determinati. Presidio dei dipendenti
Pianeta dalle 06.30.
RETE COOP ESTENSE: (1000 dip) probabile la chiusura totale (un paio di
negozi con difficoltà);
STANDA: chiude.

Hanno chiuso oggi le officine e magazzini ricambio delle più importanti
concessionarie auto.

Va detto infine che l’unica azienda, ma non è una novità, che ha adottato
comportamenti inaccettabili (tutta la gamma di
minacce-pressioni-comunicati) è stata Coop Estense.
Non è quindi inappropriato il testo di uno dei cartelli che porteremo
domattina ai presidi:
"COOPERATIVE, DALLE VERE DIFFERENZE ALLE PURE APPARENZE"

Saluti, sperando che nessuno cambi idea nella notte…….


da Maestri Patrizia –
PARMA
SCAI MOTOR Concess. OPEL 100%
AUTOCLUB " FIAT 60%
Impiegati IPERCOOP CENTRO TORRI 100%
BERSELLINI Edilizia 80%
UNIONE CRAI 80%
THYSSEN ITALIA 100%
CORBELLINI ferro metalli 60%
DIESSE 50%
CIA 90%

FORLI’
Logistica Conad Romagna-Marche sono andati al lavoro 10 su 170
COROFAR magazzino farmaceutico 10 su 87
CEDAF informatica sono stati tutti a casa 100 persone

Rimini – Gianfranco Mancini
Chiusura totale delle seguenti Aziende:
Coop Adriatica, Standa, Karnak, Mercatone, Mondadori Libri, Arca ( per
un totale di ca.250 dip.ti).

Adesione parziale nelle seguenti Aziende:
Coin, Marr, Conad ( per un totale di ca.400 dip.ti)

Adesione parziale anche nei negozi del centro storico (non quantificabile).

TOSCANA

da Luciano Nacinovich Toscana

magazzino coop Firenze oltre 80% e magazzino coop Pontedera idem
segnali positivi per domani a Ipergiglli, Pam, Universo sport, Esselenga chiude tre negozi per tenerne aperti due,
Rinascente OK

MARCHE
Da Gabriella Fanesi Ancona
Presidio Confcommercio Ancona
Deposito Rinascente chiuso
Coal centro distr. chiuso
Adivar chiuso
La Commerciale chiuso
Conad 50%
Saf sciopero 1′ turno
Ipercoop Pesaro impiegati sciopero
LOMBARDINI GROSS MARKET ADRIATICA SCIOPERO DELLA MATTINATA
Magazzino ALA 100%
da Carla Balducci – Macerata

Magazzino Adivar chiuso

Conad adriatica di Ascoli P: uffici 40% – magazzino 80%

UMBRIA

Da Chia Mi Icin – Perugia

Magazzino coop Castiglione del Lago – CHIUSO

Pac 2000 – 50%

Coop Centro Italia Sede – 20%

Le attese per domani 19.06 sono ottime!

LAZIO

Sciopero a Roma da Francesco Cascetti
deposito Fiano tutti
" Ex Standa Fiano tutti
" Logistica IN 2000 tutti
" SMA Fiumicino tutti
Gruppo Samocar 70% ( no impiegati)
Finrenault 60%
Romana Diesel 50%
Autoimport 40%( meccanici FIOM )
Metro 1-2-3 20%

CAMPANIA

da Napoli
Angelino medicinali 35 dip. 100%
Minale giocattoli 45 dip. 100%
CRIN medicinali 20 dip. 20%
Nielsen 80 dip. 70%

PUGLIA

Da Dota, Foggia

Hanno chiuso magazzini Standa e Rinascente

Da Morgese, Bari

Fiera del Levante 72 dip. 80 %

da Andria


SICILIA

da Palazzo di Palermo
Depositi COOP, Città Mercato e SMAFIN adesione all’80%

COMUNICATO FILCAMS

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi

via Leopoldo Serra, 31 tel (06) 5885102
00153 Roma fax 5885323

Ufficio Stampa

18 giugno 1999

RIUSCITO LO SCIOPERO NEL TERZIARIO E DISTRIBUZIONE COOPERATIVA

Ha registrato un’adesione più che buona la prima parte dello sciopero proclamato da Filcams Fisascat Uiltucs in tutto il settore del Terziario (distribuzione e servizi) e della Distribuzione Cooperativa. Oggi l’astensione dal lavoro toccava le aziende chiuse il sabato e i lavoratori – ad esempio gli impiegati – che lavorano da lunedì a venerdì. Così in varie sedi Metro hanno scioperato in blocco inducendo le direzioni alla chiusura; 100% anche alla sede centrale Coin a Venezia; partecipazione dal 60 al 70% nelle concessionarie auto di Mercedes, Peugeot, Volvo e Renault; 100% invece in tutte le sedi italiane di Cgt – la commerciale di Caterpillar; il deposito Gs di Milano è stato chiuso; Postal Market ha aderito al 70%. Anche i magazzini e i depositi della distribuzione cooperativa hanno partecipato massicciamente alla protesta: alla sede di Coop Italia l’adesione è del 100%; e va dall’80 al 90 la partecipazione di impiegati e operai dei magazzini Coop Toscana, di quelli Coop Adriatica e degli impiegati Ipercoop; al 50% le adesioni nelle sedi Conad – il consorzio dei commercianti al dettaglio.
Domani la vera e propria giornata di protesta che coinvolgerà tutti gli
esercizi commerciali di vendita al pubblico o di servizio alle persone.