Sciopero generale: per Epifani la piazza di Palermo

15/03/2004


  sindacale


sabato 13 marzo 2004

lo sciopero generale

Per Epifani la piazza di Palermo
Pezzotta: il governo non ci convoca

MILANO Guglielmo Epifani a Palermo, Savino Pezzotta a Milano e Luigi Angeletti a Roma. Così sono state assegnate (ma la decisione
ufficiale deve essere ancora comunicata) le piazze per i comizi dei tre leader di Cgil, Cisl e Uil in occasione della giornata di sciopero
generale del 26 marzo, proclamato comizi contro la riforma delle pensioni e a sostegno dello sviluppo.
Lo sciopero sarà di quattro ore, ma in Sicilia e nel Lazio la protesta durerà otto ore. Lo scioperò sarà di otto ore anche nella scuola, nel pubblico impiego (compresi gli enti locali). Nelle aziende della distribuzione commerciale, del terziario e dei servizi lo sciopero sarà per l’intera giornata.
Il governo intanto continua ad ignorare le rischieste dei sindacati.
«Ieri abbiamo inviato una lettera al governo e alle altre parti sociali – ha detto Pezzotta, a margine del congresso della Margherita – per chiedere un incontro sulla base delle proposte contenute nella nostra piattaforma sulla politica economica».
«Dal governo non abbiamo avuto alcuna convocazione – ha aggiunto il segretario generale della Cisl riferendosi alla disponibilità espressa dal premier di incontrare i sindacati sulle pensioni prima del 26 marzo – ma è evidente che se ci si dice la delega previdenziale è fuori discussione non possiamo che ricordare che in proposito tutto quello che avevamo da dire l’abbiamo già detta».