Sciopero generale Cigil, comizio della Camusso a Napoli venerdi

04/05/2011

NAPOLI – La Cgil scenderà in piazza venerdì 6 maggio, in occasione dello sciopero generale, per chiedere risposte al governo su fisco e lavoro. Lo sciopero riguarderà per gran parte delle categorie l`intera giornata lavorativa con decine di manifestazioni in altrettante piazze d`Italia. Il segretario generale del sindacato di Corso d`Italia, Susanna Camusso, interverrà a Napoli in Piazza Dante. Il corteo nella città partenopea partirà alle 9 da piazza San Francesco (adiacente Piazza Garibaldi). L`astensione dal lavoro sarà di 4 ore ma riguarderà invece l`intera giornata lavorativa per i lavoratori delle categorie della Filcams, Fillea, Fioni, Fisac, Flc, Fp e Slc. Per quanto riguarda i comparti, Pubblico impiego e Scuola si fermeranno per l`intera giornata anche a sostegno del rinnovo dei contratti
del settore bloccati dalla manovra estiva 2010 del Governo. Negli ospedali saranno garantite le prestazioni essenziali ma potranno essere rinviate le visite ambulatoriali. Nei Trasporti, piloti, assistenti di volo e personale di tener degli aeroporti sciopereranno per quattro ore dalle 10 alle 14. Sempre di quattro ore, dalle 14 alle 18, lo stop nel trasporto ferroviario. Bus, metro, tram e ferrovie concesse si fermeranno secondo modalità stabilite localmente e nel rispetto delle fasce di garanzia. Interessati allo sciopero anche navi e traghetti che ritarderanno di 4 ore le partenze, gli autisti di camion per tutto l`arco della giornata, i lavoratori portuali per 4 ore per ciascun turno di lavoro, gli addetti alle autostrade per 4 ore al termine di ciascun turno ed il personale dell`Anas per l`intera giornata. Lo sciopero infine per quattro ore interesserà anche l`autonoleggio, il soccorso autostradale, le autoscuole, i trasporti funebri e gli impianti a fune. Per i lavoratori delle banche la Fisac ha esteso lo sciopero all`intera giornata. I lavoratori aderenti alla Filcams (Commercio e Turismo) sciopereranno per l`intera giornata anche per protesta contro l`accordo per il rinnovo del contratto firmato nei mesi scorsi solo da Cisl e Uil.