Gruppo pam, Sciopero Nazionale 06/04/2010

SUPERMERCATI PAM E GRUPPO PAM

PROSEGUE LA MOBILITAZIONE A SOSTEGNO DEL RINNOVO

DEL CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE:

SCIOPERO NAZIONALE 6 aprile 2010

Per dire NO alla posizione aziendale che:

  • con una decisione unilaterale, ha disdetto il Contratto Integrativo Aziendale che stabilisce e regola le condizioni economiche e di lavoro dei dipendenti PAM

  • per far fronte alle proprie incapacità organizzative pretende che i lavoratori siano sempre a disposizione e soprattutto a costi inferiori.

  • durante la trattativa per rinnovare il contratto integrativo ha deciso di non discutere le condizioni di lavoro e quelle economiche poste in piattaforma sollecitando, invece i lavoratori “a restituire alcune conquiste del passato”

  • durante la trattativa ha chiesto di creare condizioni normative e economiche diverse tra i giovani assunti e i lavoratori più anziani.

  • ritiene questa sua impostazione necessaria non solo per superare la crisi ( che non è la crisi solo dell’azienda!) ma perché considera un “privilegio” alcuni trattamenti economici e normativi oggi riconosciuti dal CIA ai lavoratori

Per dire NO alle posizioni aziendali e RIPRENDERE SU ALTRE BASI LA TRATTATIVA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO che preveda per le lavoratrici e i lavoratori la discussione su temi qualificanti e importanti come:

Organizzazione del Lavoro (orari, turni, straordinari,lavoro domenicale), ultrattività del contratto, non discriminazione di trattamenti tra nuovi e vecchi assunti (malattia, salario variabile, premio fisso aziendale)

Le Segreterie Nazionali di Filcams-CGIL, Fisascat-CISL, Uiltucs-UIL, proclamano

UN’INTERA GIORNATA DI SCIOPERO

(intero turno del part-time e del full-time)

MARTEDI’ 6 APRILE 2010

CON PRESIDIO A SPINEA

PRESSO LA SEDE della SUPERMERCATI PAM

VIA DELLE INDUSTRIE n. 8 dalle ORE 10 alle ORE 13

Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl, Uiltucs-Uil


AVVISO AI CONSUMATORI

MARTEDI’ 6 APRILE 2010

scioperano e manifestano i lavoratori e le lavoratrici della Supermercati PAM

Per dire NO alla posizione aziendale che:

Ø con una decisione unilaterale, ha disdetto il Contratto Integrativo Aziendale che stabilisce e regola le condizioni economiche e di lavoro dei dipendenti PAM

Ø per far fronte alle proprie incapacità organizzative pretende che i lavoratori siano sempre a disposizione e soprattutto a costi inferiori.

Ø durante la trattativa per rinnovare il contratto integrativo ha deciso di non discutere le condizioni di lavoro e quelle economiche poste in piattaforma sollecitando, invece i lavoratori “a restituire alcune conquiste del passato”

Ø durante la trattativa ha chiesto di creare condizioni normative e economiche diverse tra i giovani assunti e i più anziani.

Ø ritiene questa sua impostazione necessaria non solo per superare la crisi ( che non è la crisi solo dell’azienda!) ma perché considera un “privilegio” alcuni trattamenti economici e normativi oggi riconosciuti dal CIA ai lavoratori

Per dire NO alle posizioni aziendali e RIPRENDERE SU ALTRE BASI LA TRATTATIVA PER IL RINNOVO DEL CONTRATTO INTEGRATIVO che preveda per le lavoratrici e i lavoratori la discussione su temi qualificanti e importanti come:

Organizzazione del Lavoro (orari, turni, straordinari,lavoro domenicale), ultrattività del contratto, non discriminazione di trattamenti tra nuovi e vecchi assunti (malattia, salario variabile, premio fisso aziendale)

Ci sareste di grande aiuto rinunciando a fare gli acquisti. STOP AL CARRELLO Martedì 6 aprile 2010


Per queste ragioni chiediamo la vostra solidarietà!

Le Segreterie Nazionali

FILCAMS-CGIL

FISASCAT-CISL

UILTuCS-UIL