SCIOPERO DEI LAVORATORI DELL’APPALTO PULIZIE DELLA MARINA MILITARE DI AUGUSTA

27/04/2012

27 aprile 2012

Sciopero dei lavoratori dell’appalto pulizie della Marina Militare di Augusta

Il 23 e 24 aprile scorsi è stato indetto uno sciopero dei lavoratori dell’appalto pulizie della Marina Militare di Augusta a cui hanno aderito il 100% dei lavoratori (59 su 60 iscritti alla Filcams).
Lo sciopero è stato proclamato contro i prospettati tagli della Marina Militare (36% dal 1 aprile 2012) che sommati ai precedenti portano, in meno di un anno, alla decurtazione del salario al 55%. Lo sciopero si è svolto giorno 23 aprile con presidio davanti alla Base Terravecchia di Augusta dove risiede l’ammiragliato della regione autonoma marittima di Sicilia, ed è proseguito giorno 24 aprile innanzi alla Prefettura di Siracusa.
Dopo un intensa lotta dei lavoratori che hanno rumoreggiato per l’intera mattinata ed operato il blocco del traffico nel centro storico, il Prefetto di Siracusa, ha ricevuto una delegazione della Filcams accompagnata dalla Confederazione e da due rappresentanti dei lavoratori.
Il Prefetto ha rassicurato i lavoratori della massima attenzione alle problematiche esposte, ed assicurato di aver dato disposizione all’ufficio del lavoro di Siracusa di convocare le parti in causa per tentare di trovare una soluzione rispetto ai prospettati licenziamenti e tagli di ore per il personale.
I lavoratori apprezzando la disponibilità di S.E. il Prefetto di Siracusa, hanno decido di sospendere lo sciopero in attesa dell’incontro in sede Ufficio del lavoro di Siracusa, riservandosi in caso di ennesimo fallimento a scendere nuovamente in piazza con azioni anche eclatanti.