SCIOPERERANNO I LAVORATORI DI TRIBUTI ITALIA

19/11/2009

19 novembre 2009

Sciopereranno i lavoratori di Tributi Italia

Il prossimo 20 novembre sciopereranno i lavoratori di Tributi Italia, società esercente attività di riscossione dei tributi locali presente in tutte le regioni italiane, che ad oggi non ha ancora corrisposto ai propri dipendenti le retribuzioni relative ad agosto, settembre, ottobre 2009.
Le condizioni di gestione del servizio in alcuni sportelli stanno peggiorando, ma sopratutto la preoccupazione relativa allo stato di difficoltà dell’azienda che perdura da diversi mesi e l’incertezza sulle prospettive future, mettono in forte apprensione i lavoratori, con un impatto anche drammatico in diverse aree del paese.
Non ci sono stati segnali positivi da parte dell’azienda neanche dopo gli incontri sindacali avvenuti ad ottobre e novembre (l’ultimo il 13 novembre). La Tributi Italia, pur continuando a dichiarare l’impegno per uscire da tale situazione, non ha ancora saldato il proprio debito con i lavoratori e soprattutto non è in grado di dare risposte certe e rapide sulle prospettive.
Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno quindi proclamato per il giorno 20 novembre prossimo uno sciopero unitario con astensione collettiva di tutti i lavoratori che in Tributi Italia sono orami oltre 1000. La mobilitazione, che segue lo sciopero avvenuto a luglio us, proseguirà nei prossimi giorni con ulteriori scioperi per chiedere il rispetto e il pagamento delle retribuzioni e certezze sul proprio lavoro oltre che sensibilizzare anche le istituzioni e le amministrazioni locali che sono titolari delle concessioni di Tributi Italia.