Scioperano in quattro, la ditta le licenzia

03/05/2005
    martedì 3 maggio 2005

      diritti
      Scioperano in quattro, la ditta le licenzia

      Andrea Milano

        Primo maggio, addio al lavoro. 4 dipendenti della Coop Magic sono state licenziate. Nessuna motivazione. Solo un telegramma, il 30 aprile, nel quale la cooperativa scrive che «l’assemblea dei soci ha deliberato la sua espulsione da socio lavoratore». Non ci sono altri dettagli né altre motivazioni.

          «E dinanzi a questo – commenta la Cgil della Valtiberina – non possiamo non legare i licenziamenti allo sciopero delle dipendenti della cooperativa che si era tenuto appena tre giorni prima del telegramma e cioè il 27 aprile».

            La Magic è una cooperativa che ha in appalto una serie di servizi (distribuzione pasti, sorveglianza e pulizia) nelle scuole dell’infanzia del comune di Sansepolcro. La decisione dell’astensione dal lavoro era stata decisa dalle stesse lavoratrici con l’appoggio della Filcams Cgil e della Camera del lavoro di zona, per protestare contro il mancato rispetto del contratto nazionale di lavoro. Il sindacato aveva evidenziato come queste lavoratrici riscuotessero qualche centesimo più di 5 euro all’ora. Tutto compreso: tredicesima, quattordicesima e Tfr. Il che voleva dire essere molto lontani dai minimi contrattuali.

              La Cgil si era già rivolta nei mesi scorsi all’amministrazione comunale di Sansepolcro, chiedendo una nuova gara e criticando la proroga della convenzione e quindi il mantenimento delle attuali condizioni di salario e di lavoro nella cooperativa.

                Ieri il sindaco Alessio Ugolini, appresa la notizia dei licenziamenti, ha espresso solidarietà alle lavoratrici ed ha garantito il rispetto, da parte delle cooperative che lavorano per il Comune, del contratto nazionale di lavoro. Il presidente del consiglio comunale ha annunciato, per oggi, la convocazione della conferenza dei capigruppo. I 4 licenziamenti non sembrano quindi destinati a passare sotto silenzio. Anzi: possono fare da miccia all’esplosiva questione del rispetto del contratto di lavoro in alcuni segmenti del mondo della cooperazione

                  «Apprendiamo con soddisfazione delle dichiarazioni del comune di Sansepolcro – commenta la Cgil della Valtiberina. La convenzione stipulata tra la cooperativa Magic e l’amministrazione comunale prevede esplicitamente il rispetto del contratto nazionale di lavoro. Così non è. Ci siamo chiesti, quindi, perché già lo scorso anno non sia stata interrotta ed oggi, con maggior ragione di preoccupazione, ci chiediamo perché sia stata prorogata. Oggi, dopo i licenziamenti, chiediamo una posizione precisa e fatti concreti da parte del Comune».