SCIOPERANO I LAVORATORI PANORAMA

28/10/2010
29 ottobre 2010
Scioperano i lavoratori Panorama

Situazione difficile e complessa per le lavoratrici e i lavoratori dipendenti Panorama, famoso marchio della grande distribuzione.
Le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs uil hanno dichiarato lo stato di agitazione e proclamato 8 ore di sciopero per contrastare i comportamenti aziendali: la disdetta del Contratt integrativo aziendale, e la disapplicazione dei diritti – non erogazione del salario variabile e eliminazione dei permessi sindacali per l’attività dei rappresentanti sindacali, poi.
“Scelte aziendali illegittime” affermano le organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil “che mirano a ledere i diritti dei lavoratori e marginalizzare l’attività del sindacato”.
E proprio in una fesa così delicata, l’azienda ha deciso di procedere, ad una fusione per incorporazione della società Panorama in Pam.

L’azienda negli Ipermercati Panorama ha effettuato la disapplicazione del Contratto Integrativo Aziendale proprio mentre si dava inizio alla trattativa per il suo rinnovo e ha determinato la rottura della trattativa stessa, accusando il sindacato di non essere propositivo.
“Panorama ha respinto, totalmente le richieste formulate in piattaforma, frutto della discussione e del percorso di consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori” hanno dichiarato i sindacati “richiedendo invece l’eliminazione del premio fisso per i giovani nuovi assunti e la rivisitazione del salario variabile con una modifica dei parametri, senza offrire margini di trattabilità alle loro proposte."

Proposte invece, inaccettabili per le organizzazioni sindacali perché “creano disparità tra i lavoratori – sul salario fisso – e sopratutto non riconoscono nessun meccanismo economico premiante ed incentivante alle lavoratrici e lavoratori di Panorama”.

Le organizzazioni sindacali contrastano il comportamento aziendale e chiedono all’azienda di riaprire il tavolo, per trovare delle mediazioni equilibrate per raggiungere un accordo e dare valore al contratto integrativo come strumento di regolamentazione e di partecipazione dei lavoratori alla vita dell’azienda.
Per questi motivi Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs uil hanno proclamato 8 ore di sciopero da effettuarsi dal 2 novembre al 21 novembre prossimi a livello territoriale, e una campagna di informazione con presidi nelle piazze e nei punti vendita Panorama.