Schlecker/Dayli – aggiornamenti 22/04/2013

Roma, 22 aprile 2013

Oggetto: Schlecker/Dayli – aggiornamenti

come già evidenziato in alcune precedenti note, dopo l’acquisizione di Schlecker Austria, e quindi anche della rete italiana, da parte del fondo austriaco top 9, la situazione dell’azienda italiana è rapidamente degenerata.
A partire dal magazzino, i rifornimenti della merce, che inizialmente arrivavano a singhiozzo, sono cessati quasi del tutto, tanto da procedere ad attivare i Cds per il magazzino stesso. Sembra, per altro, che tale situazione critica riguardi solo la rete italiana.
Abbiamo avuto notizia dallo stesso Ad di Dayli Italia, Dott. Anziutti, che la scorsa settimana si è proceduto ad una sostanziosa ricapitalizzazione dell’azienda.
Tale scelta è senza dubbio rassicurante, tuttavia ne va compresa la finalità. Lo stesso Ad, infatti, sottolineava la necessità di immettere liquidità in tempi brevissimi, per poter procedere a ripristinare il rapporto con i fornitori.
Infine, il Dott. Anziutti, ci ha informato di aver dato mandato ad uno studio di consulenza per procedere alla richiesta dei Cds per tutti i punti vendita. Il consulente dovrebbe contattarci nei prossimi giorni.
Con l’occasione vi ricordo che abbiamo già concordato un incontro per il giorno 10 maggio, alle ore 10.30, presso la sede aziendale di Porto Gruaro.
Data la criticità della situazione in cui versa l’azienda, l’incontro riveste particolare importanza, si raccomanda pertanto la partecipazione. Vi informeremo tempestivamente, qualora ci contattasse il consulente di Dayli Italia e concordassimo quindi una data, e/o un luogo diverso da quello indicato.

Un cordiale saluto

p. la Filcams Cgil Nazionale
Sabina Bigazzi