SAREMO LA MULTINAZIONALE DELLA RISTORAZIONE- intervista a Livio Buttignol

      IlSole24Ore 5 marzo 2001

      intervista a Livio Buttignol

      SAREMO LA MULTINAZIONALE DELLA RISTORAZIONE

      Il gruppo Autogrill (controllato dalla famiglia Benetton) ha oggi posizioni leader a livello globale nella ristorazione organizzata (il fatturato 2000 supera i 6mila miliardi), con particolare riguardo per le attività in concessione e per i servizi destinati a chi viaggia. Ha di fronte a sé una importante sfida: difendere ed ampliare la leadership ad essere all’avanguardia nell’innovazione. In Europa il business della ristorazione per chi viaggia vale circa 13mila miliardi (Autogrill ha una quota di mercato del 20% circa, il principale competitor è il gruppo Compass-Granada), il mercato cresce in media del 3% l’anno. Il fatturato Autogrill in Italia è oggi solo il 31% del totale (era il 71% quattro anni fa).

      Per l’amministratore delegato di Autogrill, Livio Buttignol, l’obiettivo è di sviluppare a livello globale un gruppo che rappresenta la multinazionale italiana della ristorazione.

      Dottor Buttignol, dove punta questa rioganizzazione?

      A fronte di una strategia che prevede la leadership nei mercati in concessione e la competitività nei mercati fuori concessione, le leve dello sviluppo e dell’operatività sono affidati ai singoli Paesi. Le strutture centrali sono dedicate al perseguimento della qualità e dell’efficienza della gestione all’innovazione e al presidio delle funzioni tipicamente centrali come la finanza e le risorse umane. A queste si aggiungono l’Information Technology che riteniamo abbia per il nostro gruppo in questa fase una rilevanza strategica, e la nuova Direzione licensing.

      Quali sono le competenze di quest’ultima struttura?

      Si tratta di attività prevalentemente di marketing, dedicate allo studio e all’implementazione di un portafoglio di concept e brand, inizialmente a livello europeo. Tale portafoglio sarà utilizzato dai vari Paesi per i relativi piani di sviluppo.

      Quindi si tratta di diversi livelli che collaborano.

      Al centro competono strategie, politiche e controllo; la periferia implementa e gestisce. Il ruolo dei Paesi è stato rafforzato e reso più autonomo in particolare nelle funzioni commerciali e di marketing . Inoltre, con l’obiettivo di valorizzare il management di Paese e favorire l’integrazione, ad alcune unità Paese è stato affidato un ruolo di capofila europeo.

      Qual “è l’insegna su cui puntate di più?

      Sicuramente Spizzico ha un ruolo chiave, sono però previste altre iniziative. In questa ottica, lo sviluppo europeo di Spizzico, cui si riconoscono notevoli potenzialità, e di altre formule di ristorazione moderna veloce è assegnato alle funzioni europee, e il ruolo di capofila europeo è svolto dalla Divisione per la ristorazione veloce nelle città nei centri commerciali. Pertanto la nuova struttura ha pochi livelli, è agile, interfunzionale e flessibile.