Sanatoria anche per i manifesti illegali

16/12/2002





(Del 14/12/2002 Sezione: Economia Pag. 3)
Guida alla dozzina di provvedimenti per chiudere i conti col passato
Sanatoria anche per i manifesti illegali
Il «tombale» cancellerà di fatto tutti i reati penali, interventi

ROMA
C´È solo l´imbarazzo della scelta. La Finanziaria 2003 conterrà infatti ben dodici tipologie di sanatoria, dal concordato, al condono tombale, alla possibilità di regolarizzare i capitali detenuti illegalmente all´estero dalle imprese, ma anche le tasse locali, come l´Ici, il bollo auto e la tassa sui rifiuti, ed ancora le scritture contabili delle imprese, i canoni Rai non pagati, i manifesti politici affissi abusivamente. Vediamo nel dettaglio, dunque, le novità fiscali contenute negli emendamenti presentati alla Finanziaria dal relatore in accordo con il governo, e sui quali il Senato si pronuncerà la prossima settimana.
CONDONO TOMBALE. Consente la regolarizzazione per tutte le imposte che dovevano essere dichiarate entro il 31 ottobre 2002. Per accedervi sarà necessaria una dichiarazione integrativa entro il 16 marzo 2003 e il pagamento di una maggiorazione percentuale del 20% sulle imposte versate ogni anno: la percentuale scende al 18 e al 15% se si erano versati più di 10 o 20 mila euro di imposta. L´adesione al condono cancellerà di fatto anche i reati penali. L´integrazione, infatti, «non genera obbligo o facoltà della segnalazione di cui all´articolo 331 del cpp», e pertanto «non costituisce notizia di reato o elemento utilizzabile processualmente». IL NUOVO CONCORDATO. Servirà alle imprese più piccole (fino a 5,164 milioni di euro di ricavi) ed estenderà i propri effetti fino al 31 ottobre 2002. Il meccanismo, inoltre, sarà attuato con meccanismi di autoliquidazione.
INTEGRATIVA SEMPLICE. È la regolarizzazione che si ottiene presentando una dichiarazione integrativa entro il 16 marzo 2003 e permette di sanare le imposte sui redditi, le addizionali, l´Iva, l´Irap e i contributi previdenziali.
SCRITTURE CONTABILI. È possibile sanare i maggiori imponibili o le minori perdite indicate nelle dichiarazioni in base a «nuovi elementi attivi e passivi o variazioni di elementi attivi e passivi» da parte di società di capitale, società di persone, enti e persone fisiche che dichiarano redditi d´impresa.
LITI FISCALI. Non è prevista più una soglia limite. Potranno essere chiuse pagando 150 euro se il loro valore è fino a 2.000 euro e il 10% se si supera questa soglia.
SCONTO PER ILLECITI GIÀ ISCRITTI. Sconti del 75%, e nessun interesse di mora, nei casi di illeciti fiscali già iscritti a ruolo. «In relazione ai carichi in ruolo emessi fino al 30 giugno 1999 i debitori possono estinguere il debito senza corrispondere gli interessi di mora e con il pagamento di una somma pari al 25% dell’importo iscritto a ruolo».
CONDONO PER TASSE LOCALI . Fra le novità dell´ultima ora arriva il condono anche per i tributi locali. La decisione spetta a Regioni, Provincie e Comuni che possono stabilire «la riduzione dell´ammontare delle imposte e tasse loro dovute, nonché l´esclusione o la riduzione dei relativi interessi e sanzioni». Le agevolazioni possono essere introdotte anche in caso di procedure di accertamento già in corso. In questo caso è prevista la sospensione del procedimento giurisdizionale «in qualunque stato e grado».
CONDONO CANONE RAI. L´emendamento prevede che il mancato pagamento del canone fino al 31 dicembre 2002, anche se vi sia un procedimento legale in corso possa essere sanato con il versamento di 10 euro per ogni annualità dovuta. AFFISSIONE ILLEGALE MANIFESTI. Ciascuna violazione potrà essere sanata con il pagamento di una tassa massima di 400 euro.
SCUDO FISCALE . È estesa alle società la possibilità di sanatoria per i capitali esportati illecitamente e detenuti all´estero al 31 dicembre 2001 pagando un´imposta del 2,5%, a patto che le imprese chiedano la sanatoria anche per i redditi prodotti all´estero. Le imprese possono regolarizzare nel bilancio 2002 le attività precedentemente omesse, pagando un´imposta sostitutiva del 15%, maggiorata del 2,5%. Le società potranno cancellare le poste finte di bilancio e questo non comporterà variazioni per la determinazione del reddito.
SANATORIA SUCCESSIONI E CATASTALI. Entro il 31 marzo, con la presentazione di una istanza e il pagamento delle imposte dovute con l´aumento del 25% sarà possibile definire le imposte di registro, ipotecaria, catastale, sulle successioni e donazioni e l’ Invim.

m. s.