“SALVIAMO LA COSTITUZIONE”: IL 17 DICEMBRE LA PRIMA GIORNATA DELLA COSTITUZIONE

06/12/2005

Roma, 6 dicembre 2005

Si è tenuta ieri la riunione del Comitato “Salviamo la Costituzione” che ha deciso di indire per il 17 DICEMBRE la prima giornata nazionale della Costituzione nella quale si potrà firmare, in tutta Italia, per rendere possibile il Referendum d’iniziativa popolare.

Il Comitato ha deciso che da lunedì 12 inizierà ad essere operativa una segreteria organizzativa.

Si è altresì concordemente deciso che presso le sedi provinciali della nostra organizzazione sarà inviato il materiale necessario (moduli raccolta firme) per poter partire con la raccolta. Naturalmente ogni struttura può produrre direttamente moduli aggiuntivi seguendo le indicazioni contenute nel sito www.salviamolacostituzione.it .

I moduli inizieranno ad arrivare nei territori verosimilmente martedì /mercoledì e vanno subito portati alla vidimazione, come precisato nelle istruzioni che vi abbiamo inviato e che possono essere consultate nel sito. Vi comunichiamo infine che, dovendo essere indicato un referente provinciale per ciascuna delle grandi organizzazioni facenti parte del Comitato, è opportuno che per noi sia un componente della Segreteria da definire subito.

Comitato promotore del referendum

per il NO alla riforma della parte II della Costituzione

COMUNICATO STAMPA

Questa mattina si è tenuta a Roma una riunione del Comitato promotore del referendum per il NO alla riforma della Parte II della Costituzione, presieduta da Oscar Luigi Scalfaro.

Si è innanzitutto preso atto del successo della raccolta delle firme per il referendum costituzionale avvenuta ieri in Sicilia, in occasione delle elezioni primarie per la scelta del candidato del centrosinistra alla presidenza della regione. Nella sola città di Palermo e nella sua provincia sono state raccolte 30.000 firme.

Il comitato ha deciso di indire una prima “giornata nazionale della Costituzione”: sabato 17 dicembre saranno allestiti tavoli per la raccolta delle firme in tutte le città e paesi italiani, con l’obiettivo di raggiungere già entro il mese di gennaio le firme necessarie per la convocazione del referendum nazionale d’iniziativa popolare. Il comitato ha preso atto con soddisfazione del pieno impegno assicurato da tutte le organizzazioni partecipanti (associazioni, movimenti e circoli della società civile, partiti e sindacati) nell’organizzazione della raccolta delle firme per il referendum.

Roma, 5 dicembre 2005