Salari battuti dall’inflazione

23/04/2001


Lunedì 23 Aprile 2001

Salari battuti dall’inflazione
in Italia, Francia e Spagna

BRUXELLES — Italia tra gli ultimi in Europa per crescita dei salari. È quanto emerge da uno studio pubblicato dall’ Osservatorio europeo delle relazioni industriali. Attenzione però, questa classifica comprende i salari nominali, quindi anche l’inflazione dei vari Paesi. È chiaro che dove la crescita dei prezzi è forte, gli apparenti aumenti non vanno in tasca ai lavoratori. L’incremento medio 2000 nei Quindici Paesi Ue, più la Norvegia, è stato del 3% (2,9 nel 1999). L’Italia si è fermata all’1,9%, la Francia all’ 1,6%. Al contrario l’ aumento più consistente, secondo i dati dell’ Osservatorio, si è avuto in Irlanda con il 5,5%, in Lussemburgo con il 4,3% e in Portogallo con il 3,4%. Danimarca e Germania si sono invece fermate al 2,4%.
Ma in termini di salari reali, la crescita media europea è stata nel 2000 dello 0,4 per cento. In Italia però l’aumento reale è stato minore dell’inflazione (-0,7%). Anche in Francia, Spagna, Belgio e Danimarca i lavoratori non hanno recuperato l’aumento dei prezzi.