Sacconi «sconcertato»: sull’art. 18 possiamo dialogare

07/02/2002





Sacconi �sconcertato�: sull’art. 18 possiamo dialogare
RIMINI – �Come si pu� pensare all’ipotesi di uno sciopero generale dopo che si � fatto un accordo sul pubblico impiego che riguarda quattro milioni di lavoratori? Mi sembra che la relazione sia stata scritta prima di quell’accordo in un contesto forzatamente contraddittorio�. Il sottosegretario Maurizio Sacconi, unico rappresentate del Governo presente ieri a Rimini, � apparso sconcertato dalla minaccia di sciopero generale ventilata dal leader Cgil sulla questione dell’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori. Ma il Governo, ha assicurato, intende ad ogni modo proseguire sulla strada del dialogo: �Noi cerchiamo comunque il consenso pi� largo possibile – ha detto -. La contraddizione � tutta di Cofferati, quella cio� di firmare accordi con un Governo che viene descritto come una sorta di vampiro del lavoro. Comunque � un problema suo e non nostro�. Sacconi ha poi ribadito che il Governo � s� pronto a una mediazione su articolo 18 e arbitrato, ma non allo stralcio. E in mattinata anche il vicepremier Gianfranco Fini aveva invitato a discutere della materia �senza pregiudizi ideologici�. Duro sulla relazione di Cofferati anche Antonio Marzano, ministro delle Attivit� produttive: � �difficile dialogare con un sindacato che protesta e non propone� e che vuole svolgere un ruolo �politico�. Sul ruolo tutto politico di Cofferati punta l’attenzione anche Confindustria. �Mi sembra la relazione di un leader politico – ha detto il consigliere incaricato per le relazioni industriali Guidalberto Guidi -. Ho sentito parlare di scudo spaziale, Palestina e politica estera, solo una volta di salario e di contratto. Insomma, una relazione di un grande leader della sinistra�. Un leader politico che per� �guarda indietro – ha aggiunto Guidi – secondo un’ottica luddista dove tutto quello che � passato era meglio. Insomma, se si dovessero seguire le indicazioni di Cofferati si finirebbe solo per favorire il lavoro sommerso�. Quanto allo sciopero generale, Guidi non ha dubbi: �Mi auguro che non succeda, perch� distruggerebbe ricchezza per tutti. Ma la necessit� di un cambiamento mi porta a dire che � meglio sacrificare qualcosa, quindi anche un po’ di conflittualit�.

Gioved� 07 Febbraio 2002