Roma. Turismo, torna l’ottimismo

13/05/2002


Sabato 11 Maggio 2002

Buone previsioni dopo la flessione
Turismo, torna l’ottimismo dopo l’effetto “Twin towers”

Nel primo bimestre 2002 Roma ha accusato una flessione della domanda turistica, ma la misura assai più ridotta del temuto di questa tendenza lascia già intravedere segnali espliciti di ripresa per i prossimi mesi. Queste le previsioni per quest’anno dell’Ente Bilaterale per il turismo di Roma e Lazio, che ha pubblicato i positivi dati definitivi sul 2001. Malgrado i gravi problemi arrecati al settore dalla catastrofe newyorchese dell’11 settembre 2001, a Roma e provincia il turismo l’anno scorso ha avuto aumenti dell’occupazione del 6,26% rispetto all’anno prima. Nella Capitale – secondo il periodico “Roma e provincia" dell’Ente bilaterale – gli addetti delle imprese alberghiere sono 13.429 e in crescita del 5,27%. Questo allargamento della base occupazionale ha coinvolto le donne (con 4.695 unità) con incrementi del 7,86% e gli uomini (con 8.734 unità) con aumenti del 3,93% riguardando anzitutto gli alberghi a quattro stelle (a Roma schierano 6.073 addetti pari al 45,22% della manodopera totale) e a tre (stipendiano 4.027 lavoratori pari al 30%). Accanto a questa configurazione organizzativa del settore esiste però quella del “lavoro extra".
Nel 2001 le ore di lavoro
supplementare negli alberghi romani sono state approssimativamente 2,1 milioni, pari a circa 1.000 addetti ad orario pieno stabilmente occupati su base annua, con un calo del 13% sul 2000. Come dire, che a risentire del calo di domanda turistica nell’ultimo trimestre 2001 è stato soprattutto o solo il lavoro extra. Quanto alla composizione generazionale (per età) degli addetti del settore, l’Ente Bilaterale segnala un impiego limitato ma crescente di giovanissimi (il 3,63% dei lavoratori ha meno di 19 anni) , che vede una netta prevalenza di donne sugli uomin