ROMA: MANIFESTANO I LAVORATORI DELLE PULIZIE DELL’APPALTO ATAC

16/05/2013

16 maggio 2013

Roma: manifestano i Lavoratori delle Pulizie dell’appalto ATAC

Con l’ultimo cambio di appalto dei tre lotti dell’ATAC, l’azienda dei trasporti di Roma, avvenuto nel mese di febbraio 2013, le condizioni lavorative degli addetti alle pulizie sono di fatto divenute insostenibili. La nuova formulazione del capitolato e i tagli riportati in esso hanno prodotto diverse forme di disagio.
“Nel lotto 3, ad esempio, i lavoratori e le lavoratrici hanno subito una decurtazione della retribuzione tra il 10 e il 60%, decurtazione ingiustificata anche rispetto ai tagli previsti.” Ad affermarlo sono le organizzazioni sindacali territoriali Filcams CGIL, Fisascat CISL e UIL Trasporti, che aggiungono poi: “Nel lotto 2 gli operai non sono stati messi nelle condizioni di sottoscrivere i contratti individuali, impedendo, di fare le opportune verifiche in seno alle coperture previdenziali, mentre nel lotto 1, dove non erano previsti sostanziali tagli da parte di ATAC, i lavoratori e lavoratrici sono alle prese con una nuova organizzazione del lavoro, la turnazione infatti è stata spostata da 5 a 6 giorni lavorativi, causando forti disagi di natura sociale ed economica.”
A tutte queste problematiche si aggiunge poi il reiterato ritardo dei pagamenti da parte di ATAC che mette a serio rischio le retribuzioni dei lavoratori e la corresponsione dei TFR da parte delle ditte uscenti.
Per questo motivo, le lavoratrici e i lavoratori delle pulizie, saranno in presidio in Via Prenestina dalle ore 9.00 e chiedono quindi ad ATAC spa un Tavolo di confronto utile a definire tutte le problematiche esposte.