ROMA: LICENZIATI I 120 LAVORATORI DI AXITEA

21/06/2013

21 giugno 2013

Roma: licenziati i 120 lavoratori di Axitea

Si è conclusa la vicenda dei lavoratori di Axitea Spa, Azienda multinazionale che fornisce servizi di vigilanza armata per conto di enti pubblici e privati. La Società aveva aperto una procedura di licenziamento collettivo per 120 lavoratori, tutti nell’area produttiva di Roma e Provincia.

“Le Organizzazioni sindacali Filcams Cgil, Fisascat- isl e Uiltucs Uil in un confronto tra le parti in Regione Lazio,” dichiara in una nota il funzionario della Filcams Cgil Barbara di Tomassi,” hanno più volte proposto alla Società di ricorrere all’utilizzo di ammortizzatori sociali conservativi come la Cassa Integrazione “ . L’ Axitea non ha voluto ritirare i licenziamenti, “ continua Di Tomassi “preferendo alle proposte di parte sindacale, tese a mantenere l’occupazione dei lavoratori, il percorso più facile, più breve e meno impegnativo : il licenziamento .

Non comprendiamo però, afferma ancora Di Tomassi, le motivazioni che hanno portato le altre organizzazioni sindacali a sottoscrivere l’accordo in Regione Lazio, accordo che stante il contesto nel quale versa l’intero mercato ed in particolare il settore della vigilanza privata, potrebbe aprire una falla in un sistema di equilibri precari, insinuando il concetto che a fronte di una somma, peraltro esigua, il rapporto di lavoro può risolversi.

“L’azienda con questa decisione”, continua Di Tomassi, “ha perso un’ occasione di dimostrare che si può fare impresa etica, in un periodo storico in cui le massime Istituzioni, rappresentative della nostra Democrazia , richiamano alla responsabilità ed ai sacrifici e nel quale, il lavoro, diventa elemento essenziale di sicurezza e quindi di dignità per tutti i lavoratori e le loro famiglie.”