Roma: “alleanza operativa” tra polizia e albergatori

23/03/2001

Logo Repubblica.it

Pagina 5
Gli albergatori al questore:
"Turisti a rischio scippo"

Giovanni Finazzo: "Un consiglio: telecamere e collaborazione con la ps"
sicurezza

AMBRA SOMASCHINI


Furti negli hotel, portieri di notte rapinati, turisti derubati: scatta l’"alleanza operativa" tra polizia e albergatori. Dopo l’incontro della settimana scorsa con i portieri dei condomini, il questore Giovanni Finazzo ieri ha riunito la categoria. «Alla riapertura della stagione turistica ha osservato il presidente degli albergatori romani, Massimo Bettoja vogliamo consolidare il trend della repressione della microcriminalità cercando di assistere meglio i turisti, mettendo in rete varie conoscenze affinchè le nostre informazioni alla polizia arrivino rapide ed efficaci». «Vi invito ha detto il questore ad avvicinarvi agli agenti a piedi, ad offrire loro un caffè, per entrare in maggiore confidenza, per loro ma anche per la gente, il contatto diretto è importante, rassicurante».
Ed è subito venuto fuori un problema, quello delle pattuglie che non raccolgono le denunce dei turisti stranieri. Così il questore ha proposto: «Farò una circolare in modo che le pattuglie con il computer recepiscano le denunce sul posto o una dichiarazione libera in lingua madre da far tradurre e presentare alla magistratura o moduli prestampati in lingua, come ci sono in questura. Ci vuole una modalità semplice, provvederò». Invitando gli albergatori a controllare notte e giorno i loro hotel i poliziotti hanno parlato di un caso, ladri entrati in un albergo da una porta di sicurezza che si apriva verso l’interno, e di un altro, il rischio di facile accesso attraverso la porta girevole con la reception incustodita. «Ci sono portieri d’albergo che conoscono i borseggiatori e i ladri meglio della polizia» hanno detto i poliziotti, dunque bisogna incoraggiare il personale ad avvisare subito il 113 per qualsiasi sospetto.
Tanti i problemi sul tappeto, a cominciare dai «nomadi minorenni che scippano i turisti, li seguono durante i tour in giro per la città». Per ovviare alle aggressioni bisogna vigilare, segnalare immediatamente al 113 le situazioni sospette, inserire telecamere a circuito chiuso nelle hall.
Un incontro avvenuto all’inizio della stagione turistica e dopo la temuta flessione delle presenze. Gli albergatori però hanno voluto confermare che il livello delle prenotazioni, soprattutto in vista di Pasqua, è intenso. E proprio per questo servono maggiori controlli, serve la collaborazione che gli albergatori hanno promesso ai poliziotti. Finazzo ha voluto coinvolgere l’intera categoria per garantire il più alto livello di sicurezza possibile: «Le forze dell’ordine – ha detto faranno la loro parte, controllando il territorio e mettendo in campo sempre più pattuglie in auto e a piedi. Ma anche voi ci dovete aiutare».