Roma. Alberghi, le feste del più 10 per cento

15/12/2006
    venerd� 15 dicembre 2006

    Pagina 2 – Roma

      Buoni i dati che vengono dagli hotel. Il picco dal 29 dicembre al 3 gennaio con 137 mila camere occupate

        Alberghi, le feste del pi� 10 per cento

          Il Lazio quarta meta nazionale dei turisti (dietro a Trentino, Toscana e Lombardia)

            Soddisfazione, soddisfazione e poi ancora soddisfazione: gli albergatori italiani e quelli romani in particolare esultano guardando i dati sulle prossime Feste. Perch� le previsioni parlano di un 10% di arrivi e presenze in pi� rispetto al 2005.

            A fornire le cifre � la Federalberghi, che disegna una situazione nazionale pi� o meno sovrapponibile a quella romana. L’indagine dell’associazione su tutta Italia parla di 9,4 milioni di nostri connazionali in viaggio fra Natale e Capodanno, di cui quasi due milioni resteranno fuori casa per l’intero periodo di festa. Mentre il giro d’affari sar� intorno ai 5,4 miliardi. E la cosa interessante � che almeno 8 milioni hanno deciso di restare in Italia. �E’ la prova decisiva che il nostro sistema turistico � competitivo e di qualit� – commenta Bernab� Bocca, presidente della Federalberghi nazionale – Prezzi troppo alti? Macch�. Anzi, abbiamo lasciato invariate le tariffe rispetto al 2005 e in qualche caso le abbiamo anche abbassate. E non dimentichiamo che il nostro settore produce il 12% del Pil nazionale e d� lavoro a 2 milioni di persone�. Il Lazio � quarto fra le mete preferite dagli italiani per Capodanno: con il suo 7,9% sul totale viene dopo Trentino, Toscana e Lombardia.

            I dati dell’associazione li commenta anche il ministro dei Beni culturali Francesco Rutelli: �Il settore merita un rilancio importante – spiega – e serve al pi� presto una cabina di regia per evitare di lavorare sparpagliati, ognuno per conto suo come succede oggi�. E annuncia finanziamenti per 48 milioni nei prossimi tre anni, risorse inserite nella legge di bilancio 2007. Oltre che interventi mirati all’estero (soprattutto Giappone, Cina e India) per �vendere� meglio il prodotto Italia. Anche perch� la Banca Mondiale prevede che i turisti nel mondo cresceranno da 690 milioni nel 2004 ad un miliardo e 600 milioni nel 2020. �Una crescita dirompente della domanda – commenta Rutelli – di fronte alla quale dobbiamo attrezzare il marketing e rendere pi� attraente l’offerta. L’Italia non pu� pi� farsi scavalcare da altri Paesi. Deve essere pi� competitiva nel rapporto qualit�-prezzo, organizzarsi meglio. � il pi� bel Paese del mondo e deve tornare ad essere in vetta alle classifiche del turismo mondiale�. E per associazione di idee il ministro non si lascia sfuggire l’occasione per parlare di Alitalia: �Nessun lavoratore rester� per strada. Il settore del trasporto aereo cresce e permetter� di assorbire il personale da reimpiegare�.

            E gli albergatori sognano: �Cosa ci attendiamo a questo punto per il 2007? – dichiara Bocca – Di migliorare ancora questi dati. Magari proprio scalando la classifica del turismo in Europra, che ci vede solo terzi dopo Francia e Spagna�.

            Anche a Roma il clima � di euforia. Giuseppe Roscioli, presidente degli albergatori romani, snocciola le cifre ben pi� che incoraggianti dell’Osservatorio dell’Ente bilaterale per il turismo: per Capodanno si prevede un aumento di presenze rispetto all’anno scorso del 15,75%, per Natale del 10, con 137 mila camere occupate nei giorni di fine anno. Ma si pu� sempre migliorare: �Certo, i dati sono positivi e in linea con il resto del 2006 – commenta Roscioli – ma per l’occupazione delle camere durante tutto il periodo delle Feste c’� ancora da fare�. Intanto il personale degli hotel romani � aumentato del 4%, mentre la media romana di camere per struttura � di 50, contro le 29 nazionali: �Un indicatore che dimostra ulteriormente come l’imprenditorialit� romana sia matura e in linea con gli standard delle altre capitali europee�. E aggiunge il sindaco Veltroni: �Entro fine anno nella Capitale varcheremo la soglia dei 18 milioni di presenze. In 5 anni siamo riusciti a far crescere le presenze di 4 milioni. Il prossimo obiettivo � di farle aumentare di altri 4 entro la scadenza del nostro mandato. Se ci riusciremo avremo realizzato una rivoluzione per il turismo e l’economia della citt�. E promette un parco a tema per i bambini. Mentre il vicesindaco Mariapia Garavaglia annuncia per gennaio una raccolta di fondi di beneficenza negli alberghi romani, fra clienti e aziende.