Ristorazione Collettiva, esito trattativa 14/05/2015

il 14.05.2015 si è svolto il programmato incontro per la ripresa della trattativa per la definizione del CCNL Ristorazione Collettiva. Di fatto non si è proceduto nel merito delle materie oggetto del confronto ma si è ristabilita la funzionalità del tavolo e predisponendo il proseguo della trattativa, visto che dall’ultimo incontro sono trascorsi quasi 6 mesi.

Le controparti hanno esordito ponendo l’accento sul momento di forte mutamento del settore, legato alle nuove normative in via di definizione in materia di appalti e il contesto politico complessivo che vede ancora misure di intervento sul mercato di riferimento.

Tale impostazione è stata introdotta dalle controparti per delineare il quadro di contesto, i riflessi che le misure in corso di attuazione porteranno sulla ristorazione collettiva e definire punti fermi su cui agire per rispondere alle esigenze che ne deriveranno, tra cui, hanno sostenuto, il CCNL diventa un punto molto importante.

A fronte di quanto sopra Angem e ACI hanno proposto di riprendere da dove ci eravamo lasciati nell’ultimo incontro del 27.11.2014, fare un calendario dei prossimi incontri e fissare gli articoli del CCNL Turismo da rinnovare per dargli un taglio più rispondente alle esigenze del settore.

Inoltre hanno sottolineato che la prosecuzione del confronto, nel merito dei temi che si andranno a trattare, dovrà tenere conto dei mutamenti in corso sopra citati.

Da parte delle OO. SS. si sono chiesti alcuni dettagli più precisi per poter affrontare tutti i temi evidenziati, informando le controparti che le nostre stesse Confederazioni hanno messo in campo iniziative specifiche sul recepimento della nuova direttiva europea sugli appalti, nonché per arginare la politica dei tagli sull’acquisto dei servizi in appalto ed in tali iniziative si è agito anche come categorie.

Oltre a prime risposte sulle questioni di ordine generale, il confronto è proseguito sulla richiesta delle OO.SS. di avere maggiore chiarezza rispetto al riferimento agli articoli del CCNL Turismo da rinnovare per trovare la definizione del CCNL della ristorazione collettiva, al fine di comprendere se i punti in discussione sono rimasti gli stessi indicati dalle controparti nei precedenti incontri.

A seguito di quanto richiesto Angem e Aci hanno ribadito che i temi su cui procedere nella trattativa sono gli stessi già dichiarati in precedenza ripartendo dal punto di confronto su cui ci eravamo sospesi.

Rispetto alle affermazioni fatte, abbiamo rimarcato le tematiche di nostro interesse per poter giungere alla definizione di un Contratto Nazionale specifico, che abbiamo ribadito essere: accordo di governance del settore, contrattazione di secondo livello, maggiori garanzie nel cambio appalto, mercato del lavoro, permessi, salario, bilateralità, decorrenza-durata e che su alcuni punti da loro riproposti permaneva la nostra contrarietà.

Stante il riaggiornamento dei rispettivi perimetri su cui incentrare il proseguo del confronto, si è concordato di convocare la trattiva in plenaria per due giornate consecutive, anche a fronte della richiesta delle OO. SS. di imprimere un’accelerazione alla discussione, a sostegno della volontà dichiarata da tutte le parti di voler giungere in tempi rapidi alla definizione del CCNL.

Pertanto la prossima riunione in plenaria è fissata per il giorno 17 giugno p. v. dalle ore 14.00, con prosecuzione il giorno successivo dalle ore 9.30, presso il Palazzo della Cooperazione – Via Torino, 146 – Roma.

P. Filcams Cgil Nazionale
Elisa Camellini