RISTORAZIONE AUTOSTRADALE: NUOVO CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE PER I 10.500 DIPENDENTI DI AUTOGRILL

24/07/2006

FILCAMS-Cgil
Federazione lavoratori commercio turismo servizi
Ufficio Stampa
www.filcams.cgil.it

24 luglio 2006

RISTORAZIONE AUTOSTRADALE: NUOVO CONTRATTO INTEGRATIVO AZIENDALE PER I 10.500 DIPENDENTI DI AUTOGRILL

Autogrill e Filcams Fisascat Uiltucs hanno firmato il nuovo contratto integrativo aziendale, per il periodo 2006-2009, di cui beneficeranno i 10.500 dipendenti.

Una trattativa che ha richiesto oltre otto mesi per giungere alla conclusione, ma che infine, con la stipula dell’ipotesi di accordo – discussa ora dalle assemblee dei lavoratori – del più importante gestore della ristorazione autostradale italiana, chiude la partita dei contratti integrativi nel settore. Ora tutta la ristorazione autostradale e i gruppi che la gestiscono: My Chef, Moto, Ristop, Finifast, Autogrill, hanno condizioni contrattuali comparabili.

Con il nuovo contratto integrativo, il punto di ristoro torna a essere il livello dove si contrattano tutti i temi legati all’organizzazione del lavoro: orari, turni.

Un capitolo sulla responsabilità sociale di impresa impegna Autogrill ad agire anche in relazione alle condizioni di lavoro dei collaboratori dei propri partners e fornitori.

Un impegno specifico Autogrill lo assume nei confronti delle persone disabili, sia in quanto dipendenti, sia in quanto frequentatori, migliorando la capacità di accoglienza dei punti di ristoro. Per le persone sofferenti di celiachia, è prevista la progressiva estensione dell’offerta di menù speciali.

Nel caso di maternità e di adozione è stata estesa la possibilità di trasformazione temporanea del contratto a tempo pieno in contratto a tempo parziale: 36 mesi nel caso di maternità, 12 mesi nel caso di adozione.

Un’indennità mensile di 20,00 euro sarà erogata ai lavoratori che chiederanno di svolgere pluralità di mansioni.

Per quanto riguarda il profilo economico, riconfermato il salario integrativo fisso aziendale, mentre il premio di risultato vede la cifra massima annua attestarsi a 1.100,00 euro nel 2006, 1.150,00 euro nel 2007 e 2008, 1.200,00 euro nel 2009.

Al termine delle assemblee, che avranno corso in agosto e settembre, se approvato il contratto aziendale entrerà in vigore.