Risarcimento ridotto se a morire è un albanese

26/10/2010

Un risarcimento ridotto alla famiglia, solo perchè l’operaio era di origine albanese e non italiana. È successo a Torino, dove il tribunale civile ha attribuito alla famiglia albanese di un operaio tragicamente morto sul lavoro, un risarcimento dieci volte inferiore rispetto a quello che toccherebbe ai familiari di un operaio italiano: a ciascun genitore, residente in Albania, vanno 32 mila euro (sarebbero dovuti essere 150-300 mila euro). Inoltre, il tribunale ha addebitato all’operaio deceduto il 20 per cento di concorso di colpa nella propria morte. Tra le motivazioni, si legge nella sentenza, c’è la volontà di «equilibrare il risarcimento al reale valore del denaro nell’economia del paese ove risiedono i danneggiati» e di evitare «un ingiustificato arricchimento» della famiglia albanese. Cesare Damiano (Pd) parla di una «notizia che lascia sbigottiti». «Pur rispettando l’autonomia dei magistrati, osserviamo che la strada scelta non era l’unica a disposizione e sicuramente la peggiore», conclude Damiano.