RINNOVO CONTRATTO STUDI PROFESSIONALI, UN ALTRO INCONTRO

13/10/2010

13 ottobre 2010

Rinnovo Contratto Studi Professionali, un altro incontro

Il 6 ottobre scorso si è svolto un altro incontro della trattativa per il rinnovo del contratto nazionale degli studi professionali.
Tanti i temi affrontati in commissione tecnica dalle parti, dalla sfera di applicazione alle pari opportunità, dalla classificazione alla formazione e la sicurezza; argomenti che saranno poi approfonditi nuovamente. Un nuovo incontro è stato fissato per il prossimo 27 ottobre.

    TEMI AFFRONTATI

    Premessa
    Su tale tema si è concordato di produrre una premessa che evidenzi il percorso praticato sulle relazioni sindacali fino a convenire sulla necessità di operare per rappresentare oltre che i dipendenti del Settore anche quelle figure e quelle prestazioni, in particolare giovani e donne, che possono essere considerati addetti al Settore.
    Altro aspetto che si è concordato di evidenziare è quello relativo alla riforma del Settore dove dovrà essere confermato il ruolo attivo delle parti stipulanti il CCNL con impegno a presentare proposte al Governo.

      Sfera di Applicazione
      Fatta salva la volontà già dichiarata dalle parti volta a rispondere alla necessità di rappresentare nel nuovo CCNL anche il mondo delle Professioni non regolamentate, sono stati esaminati i vari aspetti che potranno evidenziarsi come conseguenza a tale decisione.
      In particolare è stato approfondito l’aspetto relativo a come inserire tali professioni nel testo contrattuale ed allo stato è prevalente l’ipotesi di definire una specifica Area Professionale che si richiami alle Professioni censite dal CNEL senza fare elencazioni a titolo esemplificativo.

      Pari Opportunità
      Su questa tematica si riconferma l’articolo contrattuale che prevede la costituzione del Gruppo per le Pari Opportunità assegnandogli però anche il compito di operare per il raggiungimento degli obbiettivi e/o delle proposte che scaturiranno dalla ricerca che Fondoprofessioni ha commissionato ad alcune Università Italiane e la cui conclusione, prevista per dicembre 2010, sarà consegnata alle parti sociali.

        Classificazione
        E’ confermata l’accettazione delle proposte a suo tempo avanzate dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori, ciò che non è ancora definito riguarda i profili dell’Area CNEL dove non c’è solo un aspetto di tecnica contrattuale ma anche di decisione politica/sindacale.
        Infatti sarebbe un tipo di scenario se a questa Area facesse riferimento una specifica declaratoria con alcuni profili a titolo esemplificativo, rispetto all’inserimento di più profili nelle quattro Aree Professionali già esistenti. E’ quindi rimessa alla parti la definitiva decisione.

        Formazione
        Anche su questo tema è confermata l’accettazione delle proposte già avanzate dalle OO.SS.
        Comunque non è escluso che su questo tema si possa definire anche ad un accordo quadro che definisca alcune linee guida per addivenire ad intese territoriali con il coinvolgimento del Fondo per la formazione continua del Settore (Fondoprofessioni) a fronte di piani/progetti formativi predisposti dalle Istituzioni Regionali.

        Sicurezza
        Su questa materia si è concordato di definire uno specifico protocollo da allegare al CCNL e per tale definizione saranno utilizzate, facendone una funzionale sintesi, le proposte già avanzate dai sindacati e quelle proposte dalle controparti.