Rinascente: vendite 2000 a quota 10.700 mld

30/01/2001

loghino.gif (3272 byte)

ombraban.gif (478 byte)



Martedì 30 Gennaio 2001
italia – economia
—pag—15

Rinascente, vendite 2000 a quota 10.700 mld (+4%)

MILANO Il gruppo Rinascente ha archiviato l’esercizio 2000 con vendite per 10.700 miliardi, in crescita del 4% sull’esercizio precedente. A questo dato, il comitato esecutivo del gruppo della grande distribuzione, che fa capo a Ifil e Auchan, ha unito la lettura delle principali linee di sviluppo seguite lo scorso anno.

«Il 2000 — sottolinea il comitato esecutivo — è stato un anno importante, perché ha consentito di consolidare la recente acquisizione dell’insegna dei supermercati Colmark e contemporaneamente di porre le basi per lo sviluppo dei prossimi anni».

Il gruppo sottolinea in particolare i risultati ottenuti dalla Società italiana bricolage (partecipata in via paritetica da gruppo Rinascente e Leroy Merlin), che ha registrato una crescita dell’11,4 per cento.

Sempre nel comparto non alimentare, infine, viene sottolineata la crescita dei grandi magazzini, con La Rinascente in salita del 6,4% e la catena Upim dell’1,3 per cento. Nel settore alimentare (ipermercati e supermercati) la crescita è stata del 4% legata in particolare agli ipermercati a insegna Auchan e Città Mercato, che hanno fatto registrare un aumento del 3,1%, e ai supermercati a insegna Sma, Colmark e Cityper, che hanno prodotto un risultato in crescita del 5,3 per cento.

Nel 2000 il gruppo ha aperto un centro commerciale composto di un ipermercato e una galleria di negozi a Rescaldina (Milano), cinque supermercati e un «mini-iper», quattro Upim e un Bricocenter. È stato quasi completato, inoltre, il processo di conversione degli ipermercati alla formula Auchan, coinvolgendo nel 2000 sedici magazzini. Entro marzo 2001 l’operazione sarà conclusa con i restanti cinque negozi.

—firma—R.E.