RIMINI – NIENTE STIPENDIO E PER DI PIÙ, NIENTE ALLOGGIO

19/08/2010

19 agosto 2010

Rimini – Niente stipendio e per di più, niente alloggio

I dipendenti dell’Hotel Mosè di Rimini hanno incrociato le braccia e hanno deciso che non riprenderanno il loro lavoro fino a quando i datori non pagheranno gli stipendi dovuti.
Succedeva sabato 14 agosto. La risposta è stata però ancor peggior di quanto si potesse immaginare, e ai dipendenti è stato tolto anche l’alloggio.
Striscioni e megafono, da martedì 17 agosto gli “sfrattati” hanno iniziato a manifestare dinanzi all’albergo, supportati dai sindacati, dall’associazione Rumori sinistri e dall’Assessore Vittorio Buldrini. A nulla è valso, però il loro intervento. Dopo due ore di trattativa il segretario generale della Filcams Cgil Mauro Rossi è tornato in strada con un nulla di fatto. Dipendenti e sindacati non si fermano però, la protesta è continuata anche mercoledì 18 agosto, in attesa di ottenere risposte concrete.