Rimini. Luglio si apre con lo sciopero dei commessi

27/06/2004

Corriere Romagna


domenica 27 giugno 2004
Edizione di: RIMINI
Luglio si apre con lo sciopero dei commessi


rimini – I sindacati annunciano lo sciopero del settore commerciale-turistico, in piena stagione balneare.Motivo, la rottura del tavolo con Confcommercio, per il rinnovo del contratto nazionale, scaduto da 18 mesi.Lo rendono noto Filcams-Cgil, Fisascat-Cisl e Uiltucs, nel far sapere che ieri Confcommercio avrebbe interrotto unilateralmente “ogni tipo di negoziato” dopo che il risultato di tre giorni di trattative serrate sarebbe stato contestato dagli associati della categoria.Risultato, le segreterie nazionali della “triplice” hanno proclamato “24 ore di sciopero da realizzarsi con le seguenti modalità: 8 ore di sciopero (ovvero l’intero turno di lavoro) per tutto il settore del commercio da tenersi nella giornata di venerdì 2 luglio” o “nella giornata di sabato 3 luglio”, a seconda se i lavoratori interessati lavorino o meno nel prefestivo. “Le ulteriori 16 ore saranno a disposizione delle strutture territoriali e delle rsa-rsu, da realizzarsi punto vendita per punto vendita”.
E da Rimini le tre segreterie sindacali provinciali fanno sapere che già da lunedì prossimo partiranno “tutte le iniziative di lotta e di mobilitazione per contrastare in modo netto e deciso il comportamento scorretto e schizofrenico di Confcommercio”. Tradotto, sciopero in piena stagione: “A mancato rispetto delle regole – concludono i sindacati – non si può rispondere se non con un altrettanto non rispetto delle regole da parte di coloro che a queste si sono sempre attenuti, ma ai quali è stato invece riservato un comportamento ed un atteggiamento di sufficienza e di scarsa, se non inesistente, collaborazione”.

fra.p.