Rimini. E Pierotti scoprì la Triplice

08/09/2003


    Data pubblicazione:06-09-2003

    E Pierotti scoprì la Triplice

    RIMINI – Tavoli per la concertazione, fumose assemblee del personale dove i contratti si analizzano con la lente d’ingrandimento e trattative estenuanti si affacciano anche sullo sfolgorante Turquoise. Dietro il rutilante mondo del Superbagno – fatto di musica, luci e colori – un volto decisamente meno frivolo si sta lentamente facendo strada: quello del sindacato. Una quindicina di dipendenti, infatti, la settimana scorsa si è presentata alla Filcams della Cgil chiedendo lumi su una serie di anomalie nel loro rapporto di lavoro con Pierotti & C. In particolare il personale, dopo una stagione piena di tensioni, si sarebbe ritrovato con forti ritardi nei pagamenti degli stipendi e dunque avrebbe chiesto l’intervento del sindacato. Un’occasione ghiotta per l’organizzazione sindacale che ha subito predisposto un’assemblea dei dipendenti in cui sono stati affrontati vari temi. La mossa, tuttavia, sembra aver ottenuto i suoi risultati. Un paio di giorni dopo l’assemblea, infatti, i proprietari del Turquoise hanno fatto rientrare i dissapori saldando quanto dovuto e cercando di mettere il silenziatore all’imminente protesta. Il personale, rientrata l’agitazione, ha subito informato il sindacato delle ultime novità. Ma Pierotti potrebbe incontrare ancora sulla sua strada la Filcams. I dipendenti si sono infatti messi d’accordo con il sindacato: si riuniranno a fine stagione, quando si dovranno conteggiare i trattamenti di fine rapporto.