Rieti. Lavoro nero e contratti irregolari, denuncia della Filcams-Cgil

13/12/2004
    RIETI
    Domenica 12 Dicembre 2004

      Iniziativa dell’organizzazione sindacale
      Lavoro nero e contratti irregolari,
      denuncia della Filcams-Cgil

        Lavoro nero e contratti che non rispettano le regole nel mirino della Filcams Cgil di Rieti che riunisce sotto una stessa sigla sindacale addetti al commercio, farmacie, servizi di pulizia, studi professionali, bar e alberghi nonchè guardie giurate. Un universo lavorativo in espansione ma anche molto esposto agli effetti nefasti di imprenditori poco inclini a rispettare le regole. Dei casi emersi, tre assumono carattere emblematico:

        1) nel settore della Distribuzione e commercio risulta che dopo l’abuso perpetrato con l’uso improprio dei contratti Co.Co.Co. adesso in qualche supermercato si ricorre allo strumento "Associazione in Partecipazione" proponendo ai lavoratori (che si vedono costretti a subire passivamente il ricatto occupazionale) un contratto di tipo "autonomo" con un compenso legato al raggiungimento di un obiettivo di fatturato (se non viene raggiunto il lavoratore si trova ad aver lavorato gratis!) e zero ferie, tfr, malattia.

          2) Nel settore studi professionali (avvocati, commercialisti, studi medici) si fa ricorso improprio ai cosiddetti Contratti a Progetto in cui ancora una volta si nega ai lavoratori il Contratto di Lavoro di riferimento e la giusta contribuzione.

            3) Nel settore delle Pulizie importanti Aziende ricorrono a voci non soggette a contribuzione (finte trasferte o buoni pasto) per pagare una parte delle ore lavorate sottraendole alla contribuzione col risultato che quei lavoratori si ritroveranno con una pensione minimale.