Rexel Italia, esito incontro 27/07/2010

Roma, 5 agosto 2010

Testo Unitario

si è svolto il 27 luglio u.s. l’incontro per proseguire la discussione sulla procedura di mobilità aperta dalla Rexel.

Allo stato attuale i risultati del confronto sono:

    • CIGS. C’è la disponibilità dell’azienda di procedere ad una cigs a rotazione laddove possibile – come su Bologna e Sesto ma sicuramente non a Seriate. Le OOSS hanno chiesto una gestione condivisa della rotazione attraverso confronti territoriali, mentre l’azienda ha ribadito la volontà di applicare criteri organizzativi aziendali.
    • MOBILITA’ VOLONTARIA. L’incentivo previsto per la non opposizione al termine è pari a 10 mensilità – comprensiva i tutti i ratei – per chi dichiara la propria disponibilità entro il 30/09/10. Dopo tale data l’incentivo è pari a 6 mensilità. Gli esuberi strutturali secondo le prime valutazioni fatte dall’azienda sono passati dai 32 inizialmente dichiarati a 14, sulla base delle prime volontarietà espresse dai lavoratori. I volontari di norma lavoreranno il preavviso prima del passaggio diretto alla mobilità. Abbiamo discusso della possibilità di accedere ad un periodo di cassa prima del passaggio in mobilità per i volontari a cui il periodo di cigs permette di accedere alla pensione.
    • CONTRATTO DI SOLIDARIETA’: il contratto di solidarietà non verrà applicato dove si è in regime di cassa integrazione. La percentuale di riduzione sarà in media pari al 13% con una oscillazione tra il 11% e il 15%. Si concorda di gestire sui territori l’organizzazione della riduzione oraria tra azienda e rsu/ooss. L’azienda ci fornirà nei prossimi giorni ulteriori dettagli sulla programmazione della solidarietà.
    • TERZIARIZZAZIONE CESENA. L’azienda sta ancora facendo valutazioni sul processo di esternalizzazione che dovrebbe riguardare la filiale di Cesena. Si rimanda pertanto a settembre la definizione dell’organizzazione del magazzino di Cesena e una definitiva risposta da parte dell’azienda che l’operazione è confermata, anche in relazione ai tempi.
    • ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO. Si è deciso di dare particolare importanza all’organizzazione del lavoro che discenderà dalla procedura, attraverso incontri territoriali ma anche attraverso la discussione al tavolo nazionale di un quadro di insieme di tale argomento.

Le parti hanno definito di incontrarsi nuovamente

MERCOLEDI’ 1 SETTEMBRE ore 14.30
Presso Unione del Commercio di Milano – Corso Venezia, 47


p. La Filcams – CGIL Nazionale

                          Daria Banchieri