Rexel Italia, esito incontro 19/07/2010

Roma, 22 luglio 2010

TESTO UNITARIO

si è svolto lunedì 19 luglio u.s. l’ incontro con l’azienda in oggetto per il proseguimento della trattativa in merito alla procedura di mobilità aperta dalla Rexel Italia Spa.
Rispetto al precedente incontro sono stati fatti alcuni passi avanti.
In particolare il numero di esuberi dichiarati inizialmente dall’azienda come strutturali, è passato da 35 a circa 20 attraverso alcune dimissioni e alcune ricollocazioni interne, oltre che grazie alla disponibilità dichiarata da alcuni lavoratori a trasferirsi in altra sede di lavoro.
Altro punto importante raggiunto è stata la disponibilità da parte dell’azienda di utilizzare la cassa integrazione quale strumento alternativo ai licenziamenti, valutando dove possibile la rotazione tra funzioni fungibili.

Anche sull’incentivo previsto per la mobilità volontaria le OOSS sindacali sono riuscite ad ottenere una maggiore disponibilità; infatti dalle 5 mensilità inizialmente proposte si è arrivati ad una offerta di 10 mensilità comprensive di ratei.
Rimane aperto il nodo della esternalizzazione che l’azienda ha dichiarato di voler attivare sul magazzino di Cesena. Le OOSS hanno espresso forti preoccupazioni per questa che sembra essere una scelta aziendale unilaterale e inamovibile, dichiarando fin da ora che in caso di realizzazione di questa operazione, sarà nostra richiesta tutelare il più possibile i lavoratori coinvolti attraverso il mantenimento delle loro attuali condizioni retributive e di lavoro.

La discussione proseguirà con l’approfondimento sul contratto di solidarietà che come parti abbiamo deciso di utilizzare quale strumento di gestione per quei lavoratori considerati in esubero “temporaneo” dovuto dalla crisi economica.

Confermiamo quindi che il proseguo del confronto si terrà il prossimo 27 luglio alle 10:30 presso l’Unione commercianti di Milano – Corso Venezia, 47.

p. La Filcams – CGIL Nazionale
Daria Banchieri