Rexel Italia – Comunicato sindacale 31 luglio 2009

COMUNICATO SINDACALE

ALLE LAVORATRICI E I LAVORATORI

REXEL ITALIA SpA

IL 20 E IL 27 LUGLIO 2009 SI SONO SVOLTI DUE INCONTRI CON LA DIREZIONE AZIENDALE A FRONTE DELL’AVVIO DELLA PROCEDURA DI MOBILITA’ DEL 24.06.2009.

I MOTIVI PRESENTATI DALL’AZIENDA, ALLA BASE DEL RICORSO ALLA MOBILITA’, SONO DETERMINATI DALLO STATO DI CRISI CONGIUNTURALE E RICONDUCIBILI A QUANTO GIA’ ESPRESSO IN OCCASIONE DELLA DECISIONE DI CHIUDERE LE FILIALI DI MODENA E VIMERCATE (MB).

NEL CORSO DEI DUE INCONTRI SI E’ PROCEDUTO AI VARI APPROFONDIMENTI RELATIVI ALL’ANDAMENTO AZIENDALE E ALL’ADEGUATEZZA DELLA MOBILITA’ COME RISPOSTA ALLA SITUAZIONE DI CRISI.

SU QUEST’ULTIMO ASPETTO SI E’ CONDIVISA LA VOLONTA’ DI ATTIVARE I CONTRATTI DI SOLIDARIETA’ PER SALVAGUARDARE IL DATO OCCUPAZIONALE, MENTRE LA MOBILITA’ SARA’ ATTIVATA SOLO SU BASE VOLONTARIA PER IL RAGGIUNGIMENTO DEI REQUISITI PENSIONISTICI O PER INTERESSE PERSONALE DEI LAVORATORI.

LA SOCIETA’ HA TESO CHIARIRE CHE NON HA ALCUN INTERESSE AD ALLONTANARE I PROPRI DIPENDENTI E QUESTO HA ACCOLTO LA NOSTRA MASSIMA SODDISFAZIONE, PORTANDO IL CONFRONTO A RAGIONARE DI RIDUZIONE DELL’ORARIO CONSEGUENTE ALL’APPLICAZIONE DEI CONTRATTI DI SOLIDARIETA’ SU TUTTA LA PLATEA DEI LAVORATORI DI REXEL ITALIA, COSI’ DA CONTENERE LA PENALIZZAZIONE PROCAPITE DELLA RIDUZIONE E MANTENERE I PRESIDI NECESSARI PER DARE IL SERVIZIO AL CLIENTE CON LO STESSO LIVELLO DI QUALITA’ ED EFFICIENZA.

IN MERITO ALLA PROGRAMMAZIONE DELLA RIDUZIONE DI ORARIO L’AZIENDA HA PRESENTATO UNA PROPRIA IPOTESI DIVERSIFICATA PER I SINGOLI PUNTI VENDITA, LEGATA ALL’ANDAMENTO ECONOMICO E ALLA PRODUTTIVITA’ DEGLI STESSI.

RISPETTO A TALE IPOTESI ABBIAMO CHIESTO DI POTER PROCEDERE AD EFFETTUARE DELLE VERIFICHE ANCHE A FRONTE DEL NUMERO DEGLI EVENTUALI LAVORATORI CHE DARANNO LA PROPRIA DISPONIBILITA’ AD ADERIRE ALLA MOBILITA’.

INOLTRE NELL’AMBITO DELLA DISCUSSIONE E PER LA DURATA DEI CONTRATTI DI SOLIDARIETA’, SI E’ CONCORDATO DI AVVIARE IL CONFRONTO A LIVELLO LOCALE SULL’ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO PER TROVARE ULTERIORI STRUMENTI UTILI CHE POSSANO FORNIRE SOLUZIONI PER RIDURRE O ALTERNATIVI AL RICORSO AGLI AMMORTIZZATORI SOCIALI INDIVIDUATI E NELLO STESSO TEMPO PERMETTERE ALL’AZIENDA DI DIMINUIRE I COSTI E RECUPERARE EFFICIENZA.

IN BASE A QUANTO SOPRA SI SONO GIA’ DEFINITI, CON LE RSA, OVE PRESENTI, E LE STRUTTURE SINDACALI TERRITORIALI, ALCUNI APPUNTAMENTI PER ANALIZZARE MEGLIO LA SITUAZIONE DEI SINGOLI PUNTI VENDITA, PRIMA DEL PROSSIMO INCONTRO A LIVELLO NAZIONALE PREVISTO PER IL 2 SETTEMBRE 2009.

DATA L’IMPORTANZA DEI TEMI TRATTATI E PER LA CORRETTA APPLICAZIONE E GESTIONE DEI CONTRATTI DI SOLIDARIETA’, INVITIAMO TUTTI I DIPENDENTI DI REXEL ITALIA SpA A METTERSI IN CONTATTO CON LE RAPPRESENTANZE SINDACALI AZIENDALI E/O LE ORGANIZZAZIONI SINDACALI DI CATEGORIA DEL PROPRIO TERRITORIO, PER AVERE INFORMAZIONI PIU’ DETTAGLIATE E APPROFONDIRE .

LE RSA/RSU

FILCAMS-CGIL FISASCAT-CISL UILTuCS-UIL

ROMA, 31.07.2009