Rexel – Esito incontro 2 marzo 2012

TESTO UNITARIO

Si è svolto il 2 marzo ultimo scorso il previsto incontro con l’azienda in oggetto per il proseguimento del confronto sul tema della chiusura della sede e sulle prospettive aziendali. La direzione aziendale ha ribadito le difficoltà economiche che sta vivendo e la inevitabilità di portare a termine operazioni di riduzione dei costi e di razionalizzazione dell’organizzazione. Il progetto complessivo illustrato dall’azienda prevede investimenti nelle ristrutturazioni dei siti di Sesto e Bologna. Hanno inoltre trovato una location più efficiente per la filiale di Cesena il cui trasferimento avverrà entro il mese di maggio.


L’azienda sta anche lanciando nuovi prodotti e investendo su nuove tecnologie. Le parti si sono poi confrontare sull’esito dell’assemblea tenutasi ad Agrate e le OO.SS. hanno avanzato all’azienda una serie di richieste finalizzate al contenimento del disagio dei lavoratori costretti al trasferimento a causa della chiusura della sede.In particolare si è parlato di: telelavoro, carsharing o navetta, rimborso spese trasporto, disponibilità a riduzioni orarie, flessibilità oraria (entrata e uscita, pausa pranzo). Le OO.SS. hanno inoltre ribadito in assoluto subordine a quanto sopra, la richiesta di aprire una eventuale procedura di mobilità su base volontaria, con previsione di incentivo non inferiore a quello previsto nel precedente accordo (12 mensilità pesanti), oltre al mantenimento delle condizioni attuali di miglior favore (ticket).


A fronte di queste richieste l’amministratore delegato ha comunicato di non avere disponibilità economica per rispondere a tutte le richieste proprio alla luce della crisi che stanno attraversando. Si e’ detto disponibile a riconoscere una tantum a fronte del disagio iniziale, a valutare flessibilità orarie, telelavoro se compatibile con esigenze aziendali così’ come riduzioni orarie se compatibili con la mansione svolta e l’organizzazione del lavoro. Per quanto riguarda la mobilità l’azienda ha dichiarato di non poter mettere a disposizione incentivi. Le OO.SS. hanno espresso forte disappunto a fronte delle risposte del tutto insufficienti dell’azienda, rinviando ad un ulteriore confronto territoriale per la sede di Agrate, la ricerca di soluzioni condivise.


Il tavolo nazionale si riunirà nuovamente il giorno lunedì
26 marzo alle ore 10.30 presso Unione del Commercio di Milano – Corso Venezia, 47/49 -

Cari saluti
p. la Filcams Cgil Nazionale
Daria Banchieri