Rewe Group Billa, esito incontro 19/10/2010

Roma, 20 ottobre 2010

    TESTO UNITARIO

    A seguito dell’apertura di procedura di mobilità ai sensi degli art. 4 e 24 L. 223/91 da parte di REWE Group, riguardante le sedi centrali del gruppo dislocate in Lombardia e Veneto, le Segreterie Nazionali hanno avviato l’esame congiunto di cui al comma 5° dell’art. 4 della citata legge.
    Un primo incontro, tenutosi in Roma lo scorso 19 Ottobre con la partecipazione delle strutture interessate, ha consentito alle organizzazioni sindacali di precisare nel merito e nel metodo contenuti e modalità utili a raggiungere un possibile accordo.
    Acquisita la disponibilità da parte di REWE a confrontarsi su tutte le misure idonee a fronteggiare le conseguenze sul piano sociale derivanti alla riduzione del personale, le parti hanno convenuto di verificare in sede Ministeriale il possibile utilizzo degli ammortizzatori sociali, con particolare riferimento all’uso della CIGS.
    Allo stesso tempo è stato demandato al livello territoriale la discussione di merito relativa al rapporto tra gli esuberi dichiarati e la nuova organizzazione delle attività e del lavoro, alla possibile ricollocazione in area di vendita di parte del personale dichiarato in esubero e alla modalità di gestione della CIGS.
    Come Segreterie Nazionali abbiamo ribadito che, al fine di gestire le eccedenze occupazionali dichiarate, bisognerà adottare un piano che preveda tutti gli strumenti per dare risposte adeguate ed alternative ai licenziamenti collettivi:

          Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria
          Ricollocazione interna nelle filiali secondo modalità da concordare e su base volontaria;
          mobilità volontaria con incentivo all’esodo e legata al raggiungimento dei requisiti per essere collocati in pensione;
          ricollocazione esterna con la possibilità di aderire ad un programma di outplacement tramite Società specializzate.
          possibilità di utilizzo anche del contratto di solidarietà

    E’ fissato per il prossimo 16 Novembre in luogo ed ora da definirsi la data utile per accertare sul piano nazionale la condizione relativa alla prosecuzione e/o conclusione dell’esame congiunto.
    I territori interessati sono impegnati nelle prossime settimane a calendarizzare ed espletare unitariamente con la direzione aziendale gli incontri di verifica territoriali.

    p. La Filcams CGIL Nazionale
    L. Carlini / L. Anile