Renault – Verbale di incontro del 13/03/2001

VERBALE DI INCONTRO

Addì 13 marzo 2001,

la Renault Italia S.p.A., rappresentata dal Sig. L. Baroni e dalla Sig.ra S. D’Urbano, assistita dalla Confcommercio rappresentata dai Sigg. G. Zabbatino e A. Fiorenzoni

e

la Filcams – CGIL, rappresentata dalla struttura nazionale nella persona del Sig. Nozzi e dalle strutture territoriali,

la Fisascat – CISL, rappresentata dalla struttura nazionale nella persona del Sig. Marchetti e dalle strutture territoriali,

la Uiltucs – UIL, rappresentata dalla struttura nazionale nella persona del Sig. Marroni e dalle strutture territoriali,

unitamente al coordinamento nazionale dei delegati si sono incontrati presso la sede della Confcommercio Nazionale per un’informativa generale sui risultati commerciali ad oggi e sullo stato d’avanzamento di alcuni progetti in corso legati all’organizzazione aziendale.

PREMESSA COMMERCIALE

L’Azienda ha illustrato il buon andamento commerciale del mercato automobilistico tutte marche che ha chiuso il 2000 con 2.415.600 immatricolazioni di auto (pari ad un aumento del 3,3% rispetto al 1999) e 226.403 veicoli commerciali (pari ad un aumento del 15,15%).

In questo contesto Renault ha fatto registrare un totale di immatricolazioni autovetture pari a 168.156 unità, a cui corrisponde una flessione del -7,6% rispetto ai volumi relativi al 1999, con un risultato in termini di penetrazione pari al 6,96%, contro il 7,79% del 1999. Sul versante dei veicoli commerciali Renault è invece cresciuta del 11,55% per un totale di 15.917 immatricolazioni nell’anno, con una penetrazione del 7,03% confermandosi il secondo tra gli importatori dopo Nissan.

L’Azienda ha sottolineato che i principali motivi del mancato raggiungimento degli obiettivi prefissati sono da ricondursi all’ aggressività delle novità prodotto della concorrenza, alla limitata disponibilità di prodotto, ed al ritardo con cui Renault ha avuto la disponibilità di vetture in linea con la normativa comunitaria c.d. “Euro 3”.

L’Azienda ha poi brevemente accennato ai programmi futuri ed alle novità prodotto di prossima uscita, comunicando che per l’anno 2001 l’obiettivo di penetrazione è del 7,8%.

PRODUTTIVITA’

L’Azienda ha illustrato i risultati finali dell’anno 2000 legati ai parametri generali

PARAMETRO OBIETTIVO “00 REAL. AL 31.12.00 % DI REAL.
Consegne VP + VU 201.200 185.514 92,2%
C. A. Ricambi e Accessori £ 538.347.453.000 £ 513.137.000.000 95,32%

L’Azienda è consapevole del fatto che il mancato raggiungimento dell’obiettivo VP+VU, è stato legato anche alla scarsa disponibilità di prodotto di cui ha sofferto la Rete.

Le OO.SS. prendono atto di quanto comunicato dall’Azienda. Alla luce di quanto sopra l’Azienda dichiara, in via del tutto eccezionale e non ripetibile, di valorizzare gli effetti derivanti dalla scarsa disponibilità del prodotto, congiuntamente alle OO.SS., in modo da raggiungere il 100% della quota di premio legata al parametro generale “ Consegne VP+VU”.

L’Azienda ha quindi reso noti i premi maturati dalle singole unità produttive con riferimento sia ai parametri generali che a quelli specifici

UNITA’ PREMIO LORDO UNITA’ PREMIO LORDO
Sede 956.216 CNR * 915.960
D.R. Padova 1.149.200 Filiale di Milano 1.710.200
D.R. Milano 1.598.000 Filiale di Firenze 2.136.900
D.R. Firenze 1.118.600 Filiale di Roma 1.955.000
D.R. Roma 1.011.500 Filiale di Napoli 996.200
D.R. Catania 884.000

* Tale importo è da considerarsi a saldo di quanto anticipato con lo stipendio di agosto 2000 (£ 486.540) come stabilito dal verbale d’ accordo siglato il 3/03/2000.

PROGETTI IN CORSO

Al fine di garantire il più ampio livello di informazione, l’ Azienda informa sullo stato di avanzamento dei alcuni progetti aperti, con particolare riferimento agli sviluppi dell’alleanza Renault Nissan.

ALLEANZA RENAULT/NISSAN

Come già annunciato nell’incontro sindacale del 15 maggio 2000, Renault e Nissan intendono unificare tutte le funzioni di supporto commerciale non strettamente legate all’identità di marca ed al contatto con la clientela (c.d. “Front Office”), attraverso la creazione di un’ organizzazione commerciale comune per i due marchi (c.d. “Multibrand Group Office”), sotto il coordinamento e la responsabilità di Renault Italia.

Il progetto risponde alla necessità di disporre di processi e di sistemi d’informazione comuni che permettano di ridurre i costi, aumentare la quantità e migliorare la qualità dei servizi offerti.

Tale unificazione avverrà seguendo il principio del rispetto delle singole professionalità.

Coerentemente con gli obiettivi sopra illustrati, l’Azienda comunica che il 1° gennaio 2001 hanno avuto luogo le prime realizzazioni del “ Multibrand Group Office”, attraverso l’implementazione delle attività del “SOI” e del “Servizio Omologazioni”.

La creazione del “Multibrand Group Office” si è concretizzata nell’assunzione di n.7 risorse Nissan, 6 dell’area informatica ed 1 delle omologazioni; tutte e sette le risorse fanno quindi ora parte integrante dell’organizzazione aziendale Renault.

L’Azienda informa che attualmente si sta lavorando al trasferimento all’interno del “Multibrand Group Office” di altre attività, la cui implementazione avverrà a partire dal luglio 2001. I prossimi servizi interessati da tale processo saranno l’ Amministrazione del Personale, la Selezione e Formazione, Renault Site, Strategie Rete e Progetto Rete.

L’Azienda si impegna comunque ad aggiornare le OO.SS. sugli sviluppi di tali nuove implementazioni.

I.R.I. S.p.A.

Con l’incontro sindacale siglato il 20 dicembre 2000 l’Azienda ha completato la procedura di consultazione prevista dall’art. 47 della legge n° 428 del 1990 per il trasferimento di ramo d’azienda del Servizio Università Renault a favore della IRI S.p.A. .

L’azienda informa che in data 15/12/2000 è stato siglato l’ atto costitutivo dell’IRI Spa ma che il trasferimento non ha ancora concretamente avuto luogo per il sopravvenire di esigenze organizzative e tecniche, anche correlate agli sviluppi dell’Alleanza Renault/Nissan.

L’Azienda si impegna comunque a comunicare la data dell’effettivo trasferimento non appena ne sarà a conoscenza.

ALCOR

Il progetto internazionale denominato Alcor, presentato per la prima volta nell’incontro sindacale del 27/1/1998, ha l’obiettivo di rendere omogenei i sistemi amministrativo/contabili delle diverse Filiali Europee al fine di ridurre i tempi, abbassare i costi e garantire una maggiore affidabilità dell’intero processo.

Con riferimento a questo progetto l’Azienda informa che a partire dal 1/11/2000 è stata implementata anche in Italia la piattaforma informatica “SAP”, e si è già provveduto ad erogare la necessaria formazione a tutto il personale interessato.

In questa fase si stanno studiando gli effetti del progetto nell’ambito dell’Alleanza Renault/Nissan con l’obiettivo di conferire omogeneità alla struttura contabile delle due aziende e di procedere al trasferimento di quest’ultima nel “Multibrand Group Office” a partire da gennaio 2002.

FORMAZIONE RSU

L’Azienda informa che, per problemi logistici, solo in data 18 ottobre u.s. si è potuto svolgere il previsto penultimo modulo per le RSU delle Filiali di Roma e Napoli. Pertanto, come già proposto nell’incontro sindacale del 29/03/2000, l’Azienda ribadisce l’idea di concludere il ciclo formativo con un ultimo modulo unico per tutte e quattro le Filiali, che potrebbe aver luogo prima dell’estate 2001.

Letto, confermato e sottoscritto