REGOLARMENTE ASSUNTI, MA MAI RETRIBUITI

06/06/2014

6 giugno 2014

Regolarmente Assunti, Ma Mai Retribuiti

Si è tenuta, il 5 giugno, davanti al Villaggio Vodafone di Milano la protesta dei lavoratori di un call center “clandestino”
La protesta riguarda lavoratori regolarmente assunti con il contratto del commercio, ma mai retribuiti.
Dall’Ottobre 2013 al marzo 2014 (in soli 6 mesi) la ditta individuale Mascara Giovanna Simona, ha assunto più di 20 persone, ma non corrispondendo loro alcuna retribuzione, nè versando alcun contributo previdenziale. Per questo i lavoratori assunti, dopo periodi che variano da una settimana ai sei mesi, hanno lasciato il lavoro.
Questi lavoratori contattavano amministratori di condominio e clienti individuali organizzando appuntamenti per agenti che concludevano i contratti.

Durante l’iniziativa Vodafone ha incontrato una rappresentanza dei lavoratori unitamente ai rappresentanti della FILCAMS-CGIL e della SLC-CGIL che insieme alla FILCTEM-CGIL hanno promosso l’iniziativa.
I rappresentanti di Vodafone hanno negato di aver mai intrattenuto rapporti con questa ditta, nè con le aziende che hanno stipulato contratti loro.
Hanno inoltre ribadito la loro assoluta estraneità ai fatti segnalati dai lavoratori e hanno assicurato che condurranno un’indagine più attenta in base alle segnalazioni ricevute. Si sono anche detti pronti a perseguire chi, a loro insaputa, dovesse aver utilizzato il proprio marchio per effettuare attività meno che corrette.

"Vogliamo andare fino fondo alla vicenda e capire come sia possibile che lavoratori – in questo caso non pagati – operino “nell’interesse di aziende” che non ne sono a conoscenza" afferma la Filcams Cgil di Milano, "così come vogliamo capire perché l’ispettorato del lavoro di Milano che ha ricevuto una regolare e circostanziata denuncia della situazione il 28 gennaio 2014, non sia intervenuto e abbia cosi consentito il perpetuarsi di una situazione di illegalità come quella segnalata."