REGOLARIZZAZIONE DI COLF E BADANTI 2009: UN RISULTATO SCONFORTANTE

14/09/2010

14 settembre 2010

Regolarizzazione di colf e badanti 2009: un risultato sconfortante

Diffusi il 13 settembre da Il sole 24 Ore i numeri sulla regolarizzazione di colf e badanti extracomunitarie, avviata un anno fa: a fronte di 300mila domande giunte ce ne sono ancora 130mila, pari al 41%, che aspettano una risposta che forse non arriverà mai e quasi 20mila respinte.

Già l’anno scorso non erano mancate le osservazioni critiche della CGIL, che aveva segnalato come la sanatoria, che ipocritamente lasciava fuori gli altri settori, fosse parziale e comunque vincolata da requisiti di reddito troppo alti: alla luce dei risultati di oggi è ancora più palese l’irresponsabilità di un esecutivo che continua a non affrontare realmente i problemi del paese.

La Filcams, che vuole rilanciare una nuova stagione di rivendicazione per le lavoratrici e i lavoratori di questo settore, si unisce al Dipartimento Immigrazione della CGIL nel sottolineare la gravità della situazione e nell’annunciare una prossima attività di sensibilizzazione a tutti i livelli.

Non è infatti sostenibile che un settore con un così alto numero di occupati, nella quasi totalità migranti, che supplisce con il proprio lavoro alle carenze di un welfare sempre più scadente e sempre meno pubblico, venga strumentalizzato a fini propagandistici e abbandonato al caos, senza la percezione della responsabilità che questo comporta.
Le assistenti familiari sono ormai parte del nostro tessuto sociale, permettono a molte famiglie la conciliazione dei tempi di vita e lavoro e si fanno carico di mansioni di cura e assistenza che lo Stato ha ormai del tutto privatizzato.